Excite

La Pennetta fa “cappotto”, avanti anche la Schiavone

Flavia Pennetta prosegue la sua avventura agli Us Open, e dopo l’iniziale vittoria per 6-0, 6-4 contro la Gallovits, la brindisina travolge come un treno in corsa anche l'indiana Sania Mirza, n. 64 del mondo per 6-0, 6-0 in 50 minuti, procedendo verso il suo prossimo obiettivo, Aleksandra Wozniak, n. 39 del mondo. Una partita senza sbavature, a segno ben 20 vincenti giocando sulla disattenzione dell’indiana che sapeva che Flavia era forte, ma non immaginava così: le statistiche ci ricordano che è il terzo “cappotto”firmato da un’atleta azzurra in uno Slam, prima ci riuscirono Federica Monsignori (Roland Garros 1986) e poi Francesca Schiavone (Australian Open 2006).

E a proposito di Francesca Schiavone, esito positivo anche per lei il match contro Stefanie Voegele, n. 77 del mondo, piegata con un duplice 6-4, ma adesso per lei cominciano i problemi seri, che hanno un nome e un cognome, Victoria Azarenka, n. 9 del mondo, che nei precedenti l’ha sempre battuta Estoril 2007 (6-2, 6-2) e Roland Garros 2008 (6-1, 6-1).

Per i big tutto ok. Passano sia Nadal che si impone con carattere su Gasquet, 5-7, 6-1, 6-2 il punteggio finale, e anche Venus Williams che nonostante i problemi al ginocchio continua la sua strada battendo la connazionale Bethanie Mattek-Sands per 6-4, 6-2. Sconfitti invece due nomi illustri ormai a fine carriera, Marat Safin, che a 29 anni ha già annunciato che si ritirerà a fine 2009 (dopo 12 anni di tennis) e Fabrice Santoro, il “Mago”, che a 36 anni e 69 partecipazioni alle prove dello Slam ha deciso che può bastare.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017