Excite

La Rai presenta il piano Olimpiadi: 100 ore di diretta!

Rai pigliatutto. In occasione delle Olimpiadi di Vancouver, Rai Sport piazza 100 ore di diretta per far sì che i propri telespettatori si possano godere a pieno tutta la gioia dell’evento olimpico. Una sfida bella e buona lanciata a Sky per vedere chi si aggiudicherà, a partire dalla cerimonia di apertura di venerdì 12 febbraio (alle 3 del mattino) fino al 28 febbraio, la sfida olimpica tra le tv.

Un palinsesto vastissimo che sarà spalmato su 3 reti, ovvero Raidue, Raitre e Raisport Piu' (senza contare tutto lo spazio dedicato nel web) e se questo non bastasse la Rai ha anche deciso di seguire per intero le Paralimpiadi che si svolgeranno invece dal 12 al 21 marzo con ulteriori 130 ore di emozioni olimpiche.

Insomma uno sforzo non indifferente ma che l’Italia si merita, come sottolinea anche il direttore di Raidue, Antonio Marano con una sua considerazione: ‘lo sport e' il primo compito per il servizio pubblico, insieme all'informazione’. Affermazione piaciuta molto a Gianni Petrucci, Presidente del Coni, che ringrazia per lo sforzo: ‘grazie e bravi: se oggi lo sport italiano eccelle nel mondo è perchè è sempre stato seguito dalla Rai’ e al Ministro degli Esteri Franco Frattini: 'sono contento che la Rai abbia deciso di intensificare la sua azione per questo evento sportivo. Le Olimpiadi sono sempre un messaggio di pace e di pacificazione, rappresentano un messaggio educativo per i giovani’.

Ovviamente una bella mossa pubblicitaria contro Sky e a sottolinearlo è il direttore di Rai Sport Eugenio De Paoli: ‘si rende comunque necessario un intervento legislativo che tuteli la televisione di Stato e il diritto sacrosanto dei cittadini di godere degli eventi sportivi internazionali senza dover fare un abbonamento pay per view. Non si deve consentire di limitare le potenzialita' della Rai – conclude -, per eventi che sono seguiti da milioni di spettatori. La Rai ha il diritto-dovere di trasmettere le Olimpiadi nella loro interezza senza limitazioni’.

C’è stato anche tempo per qualche pronostico, e se i più non pensano che sarà difficile ripetere i 5 ori di Torino 2006, il Ministro Frattini è più che mai ottimista: ‘La squadra italiana ha un bagaglio pesante da eguagliare, ma abbiamo visto i progressi di Blardone e Simoncelli, dobbiamo augurare a Fill (reduce da un brutto infortunio) di fare ulteriori progressi, dal fondo speriamo in altri grandi risultati, e poi c'e' Zoeggeler. Ci sono grandi possibilita', certo e' che gli italiani devono stringersi intorno ai nostri azzurri’. E allora azzurri in bocca al lupo, quel che è certo è che ora tutti sono certi di potervi seguire nelle vostre performance.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017