Excite

La Red Bull cambia strategia? Ferrari coi piedi di piombo

Fino a pochi giorni fa la Red Bull, paladina dell’ognuno per sé e del ‘mai daremo ordini di scuderia ai nostri piloti’, non avrebbe mai pensato di doverlo dire ma, persa la leadership del Mondiale, anche le idee a due Gp dal termine possono cambiare rapidamente e allora non stupitevi se alla domanda che riguarda le strategia interne, il team principal Christian Horner abbia stavolta risposto ‘Ci penseremo’.

Guarda le foto del successo di Fernando Alonso nel Gp di Corea del Sud

Brasile ed Abu Dhabi, due gare per decidere chi si porterà a casa il titolo 2010 nei quali si possono verificare scenari completamente diversi che a rigor di aritmetica potrebbero ancora far laureare campione anche Vettel, ma a pensarci non si finisce più, l’unico che inizia a valutarli seriamente questi scenari è proprio Horner, che forse però avrebbe dovuto farlo un po’ prima: ‘Non ho considerato ancora tutti i possibili scenari e non ho fatto tutti i calcoli, ma è qualcosa che valuteremo in maniera attenta prima del GP del Brasile’. E continua: ‘Ovviamente il nostro obiettivo è avere entrambi i piloti davanti a Fernando e a Lewis, come è accaduto nelle qualifiche in Corea. Nel corso dell'ultima gara, il leader del Mondiale è cambiato per tre volte. Alla fine abbiamo regalato 25 punti ad Alonso ed è frustrante. Credo che il Mondiale si deciderà all'ultimo giro del GP di Abu Dhabi. Mark è secondo, Sebastian è scivolato in quarta posizione ma solo una vittoria lo separa dal top’.

In tutto questo la Ferrari non dice nulla perché sa di avere una grande possibilità. ma che tutto è ancora troppo in bilico perché la Red Bull è forte, e Domenicali lo sa bene: ‘Parliamoci chiaro: la Red Bull quest'anno ha fatto 14 pole position su 17 gare. Direi che il dato è abbastanza chiaro, no?’. Troppo sottile il filo tra la vittoria ed il disastro, non resta che lavorare al meglio: 'Alla fine sono certo che il segreto per portare a termine la nostra missione, quest'anno, sia esattamente questo. Stare calmi, rimanere lucidi e molto, molto concentrati, senza eccessi di alcun tipo. Prepariamo nel dettaglio le prossime due gare, facciamo il massimo che possiamo perché datemi retta, sarà molto dura. Il punto è che nonostante il piccolo vantaggio che abbiamo, non possiamo permetterci alcun tipo di problema’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018