Excite

L’Aprilia ci ripensa, niente Moto 2!

Altro illustre abbandono nel mondo dei motori, questa volta però si parla di Aprilia. Dopo la scelta di abolire la classe 250 a fronte della celebre Moto 2, che ha la caratteristica di basarsi su moto più potenti e decisamente più simili alle Moto Gp, l’Aprilia ha infine deciso di non partecipare a questo campionato.

Il motivo è molto semplice, caratteristica infatti dominante di questa nuova classe è il fatto che tutte le moto correranno con lo stesso motore fornito dalla Honda, di conseguenza l’Aprilia, dominatrice da oltre vent’anni di 125 e 250, avrebbe dovuto gareggiare portando in pratica solo il proprio telaio, scelta rimandata al mittente con tanti saluti.

A dare l’annuncio ufficiale del rifiuto di questa categoria privata varata dalla Dorna è la stessa Piaggio, che tramite un comunicato ufficiale dà l’addio a questa classe, adducendo come motivazione che questo nuovo campionato non presenta "caratteristiche tecnologiche e agonistiche tali da rendere strategica la partecipazione di Aprilia a questo tipo di competizioni". Il Gruppo Piaggio ritiene di conseguenza: "inutile e dannoso per l'immagine di una grande Casa motociclistica italiana ed europea - che ha vinto 43 titoli mondiali nella velocità e nell'off road - prendere parte a competizioni obbligatoriamente imperniate sulla tecnologia motoristica di un costruttore concorrente".

Insomma colpo di coda dell’Aprilia che, nonostante dopo il Gp di Germania avesse confermato la sua partecipazione alla Moto 2 e nonostante i team Abraham, Martinez, Speedup e il pilota spagnolo Alex Debon si aspettassero di correre con il marchio del Gruppo Piaggio, spiazza tutti e fa le valigie. Altro grande marchio fuori dall’ennesimo campionato, e che si tratti di Formula 1 o Motomondiale i cambiamenti che stanno influenzando il Mondiale 2010 che verrà sono ormai sempre più inaspettati. Il Gruppo Piaggio continuerà comunque a correre in 125 con i marchi Aprilia e Derbi, almeno per ora, il futuro ormai è più che mai un’incognita.

 (foto © LaPresse)

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017