Excite

L’Italia dello Skyrunning è pronta per il Mondiale

Se l’Italia del Mondiale di Berlino ha profondamente deluso, c’è sempre un’altra Italia che corre, e che continua a stupire, anche se intorno ad essa non c’è lo stesso clamore che si sviluppa intorno ad eventi di carattere mondiale, trend però che fortunatamente sembra essere destinato a cambiare.

E’ l’Italia dello Skyrunning, la corsa in montagna, sport nel quale la squadra azzurra, capitanata da Marco De Gasperi, conta nel mondiale 22 vittorie su 23 edizioni disputate: ed ora che con l’ultimo appuntamento di Domodossola sono stati assegnati i titoli italiani, gli azzurri sono pronti per approcciarsi ai campionati mondiali di Campodolcino che cominceranno il 6 settembre, evento, per la prima volta ufficialmente riconosciuto dalla Iaaf, la federazione dell'atletica mondiale.

L’Italia del ct Raimondo Balicco sarà capitanata appunto da Marco De Gasperi, 6 volte campione mondiale individuale, insieme ad altri scuderie di grande valore come i gemelli della Val Varaita Bernard e Martin Dematteis, quest'ultimo fresco vincitore del titolo italiano proprio nell'ultimo atto di Domodossola, Valentina Belotti, argento agli europei e campionessa italiana per il 2009, o lo juniores Xavier Chevrier anche lui argento agli europei e vincitore delle tre prove di campionato italiano.

Ma quest’anno la storia si fa ancora più impegnativa perché a contendere i titoli che contano ci saranno delle nazionali come quelle dell’Eritrea e Turchia, e poi le squadre africane come Kenia, Etiopia, Marocco e il Ruanda, tutte nazionali che se già hanno dominato ai Mondiali di Berlino su strada e pista, sembra abbiano trovato il feeling anche con la montagna, diventando degli avversari ostici.

Insomma grande spettacolo attende gli appassionati del genere dal prossimo 6 settembre, intanto per far si che l’attesa pesi meno venerdì da Chamonix parte la grande corsa attorno al Monte Bianco, l'Ultra Trail Mont Blanc, alla quale parteciperanno più di 5000 atleti, in un circuito di 166 km e 9400 metri di dislivello. Tra gli italiani in gara Marco Olmo, vincitore nel 2006 e nel 2007, che se la vedrà in primis con il vincitore della passata edizione, lo spagnolo Jornet Burgada, campione di skyrunning e di scialpinismo.

Guarda questo video dedicato allo Skyrunning

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017