Excite

L’Italia và, 3-0 anche a Cuba e primi nel girone

  • Foto:
  • Federvolley.it

Ancora World League ee è ancora la Nazionale azzurra a dare spettacolo in questa fase preliminare a gironi che, dopo il successo per 3-0 sulla Francia, ci porta un risultato ancor più importante: un secco 3-0 su Cuba ottenuto tra le mura amiche di Ancora, che consolida il primato nel girone e fa ben sperare per il futuro prossimo.

25-19, 25-21, 27-25 questo il punteggio maturato in una sfida dove il ct Berruto sceglie di mandare in campo gli stessi uomini che se l’erano giocata pochi giorni fa a muso duro con la Francia, ed è una scelta che paga, specie in difesa: se infatti Cuba attacca con forza a fare la differenza è il muro azzurro che blocca gli attacchi di Hernandez e compagni, così come sono ottime le ripartenze di Savani e Lasko che abbattono le difese caraibiche.

A chiudere il conto ci pensa un ace di Travica che mette al sicuro la prima posizione nel girone e che rimanda i cubani, privi di Simon e Leal (rimasti in patria per paura che qualcun altro facesse firmare loro contratti in club europei), alla prossima sfida che si svolgerà domenica ad Andria.

Abbiamo dimostrato un ottimo atteggiamento e siamo stati capaci di avere un buon rendimento in diversi fondamentali – ha commentato il ct azzurro Berruto - . La battuta ha fatto la differenza, anche se in Francia è andata meglio. Sono soddisfatto della difesa, giocare contro Cuba è sempre difficile. Il risultato è importante per la classifica della World league, ma ci aiuta a proseguire in serenità un lavoro cominciato da poco e che fa vedere i primi frutti. L'obiettivo è soprattutto guadagnare posizione nella classifica mondiale, per adesso abbiamo avanti cinque squadre e Cuba è una di queste. Quindi un successo che ci fa capire che stiamo lavorando bene. Per quanto riguarda la ricezione - conclude Berruto - possiamo sfruttare anche Della Lunga che è un ricettore puro. Devo dire che Zaytsev e Savani finora sono andati bene’.

Foto: sportlive.it

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020