Excite

Londra 2012, Doping: Coni esclude atleta azzurro

  • Infophoto

Un atleta azzurro è stato escluso dalla squadra olimpica italiana per doping. “Il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Petrucci, - si legge in una nota del Coni - sentito il capo delegazione, Raffaele Pagnozzi, ha disposto l'esclusione immediata dalla squadra olimpica di un atleta che non è ancora giunto a Londra”.

Per tale atleta - prosegue la nota - il Coni ha ricevuto nel primo pomeriggio di oggi una notifica di esito avverso per un controllo antidoping disposto precedentemente dalla Wada. Il Capo Gruppo della disciplina interessata è stato prontamente informato dal Coni per gli adempimenti di conseguenza”.

Al momento, dunque, il nome dell'atleta azzurro non è stato reso noto, ma secondo indiscrezioni che circolano sul web potrebbe trattarsi di Alex Schwazer, campione olimpico in carica nella 50 km di marcia. Si attendono aggiornamenti per le prossime ore.

Petrucci: "Una notizia che ci ha ferito"

Nel frattempo, proprio questa mattina, è stato reso noto il primo caso di doping alle Olimpiadi di Londra 2012. Il Cio ha squalificato il judoka statunitense Nicholas Delpopolo, che è stato trovato positivo al metabolita della cannabis ad un controllo dopo la gara olimpica del 30 luglio scorso. La Commissione disciplinare del Cio ha estromesso l'atleta dai Giochi.

Delpopolo, dunque, si è ritrovato protagonista di un record decisamente non invidiabile: è il primo atleta nella storia di Londra 2012 a risultare positivo ad un test effettuato nella competizione. Il judoka aveva concluso la sua gara, categoria 73 kg, con il settimo posto. Il suo fascicolo, adesso, è stato girato alla federazione internazionale.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019