Excite

Louis Vuitton Trophy ancora nel segno di Azzurra

Continua la 'Louis Vuitton Trophy' di vela ad Auckland, in Nuova Zelanda e nella seconda giornata di regata non cambia nulla per Mascalzone Latino e Azzurra che replicano i risultati della prima uscita. Dopo aver battuto gli inglesi si TeamOrigin, quelli di Azzurra hanno vinto anche contro i russi di Sinergy confermando di essere una barca solida e veloce, mentre Mascalzone Latino si è arresa ai padroni di casa di Emirates Team New Zealand dopo aver ceduto il passo nella prima uscita a All4One, complice però anche la rottura della drizza della randa.

Una regata bellissima quella di Azzurra con Francesco Bruni, skipper e timoniere del team che prende subito il comando e non c’è stato niente da fare per ai seppur esperitissimi Karol Jablonski al timone e Rod Dawson alla tattica: ‘Oggi è stata una bellissima regata caratterizzata da condizioni perfette e uno scenario mozzafiato - racconta Riccardo Bonadeo, presidente del team Azzurra -, i ragazzi di Azzurra hanno disputato un match magnifico e il merito va non solo alle menti pensanti del pozzetto, ma a tutti i membri dell'equipaggio che hanno eseguito ogni manovra con estrema precisione e sintonia. Ammiro molto la calma e determinazione con cui Francesco gestisce l'equipaggio anche sotto pressione’.

Per Mascalzone Latino Audi Team invece una giornata sfortunata da dimenticare alla svelta: un vero peccato perché seppur Emirates Team New Zealand sia la barca favorita Mascalzone Latino ha tenuto tutto il tempo infastidito non poco i padroni di casa, ma la rottura dell’attacco della vela ha vanificato ogni sforzo. Domani Azzurra sfiderà i franco/tedeschi di All4One nel secondo match del giorno.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018