Excite

Mamma guarda un asino che vola! Vale è il re!

Guarda l’asino che vola! Valentino Rossi, autopunitosi con il casco da asino per la caduta della settimana scorsa, aveva detto “è stata una caduta da somaro”, così a Misano non guarda in faccia a nessuno e si rifà dell'errore: parte maluccio, ma in tre giri scarsi infila nell’ordine Lorenzo, Tony Elias e Pedrosa, scattato al via al suo solito come un missile, e da li in poi non ce n’è più per nessuno. Saluti e baci ed altra vittoria.

Dietro di lui al traguardo Lorenzo che dirà del campione di Tavullia: “Valentino è stato troppo forte oggi”, poi Dani Pedrosa che arriva senza benzina al traguardo e con la moto stremata anche solo al pensiero di aver provato a stare li con i due, mentre quarto è il suo compagno di scuderia Dovizioso.

Week end tempestato di cadute e mezze risse in tutte le classi. In 125 Iannone tenta l’impossibile e scivola all’ultima curva tirandosi con sé Pol Espargarò che stava andando a vincere, giù tutti e due, mezza litigata e testata secca di Iannone (fortuna entrambi avevano il casco) e multa di 5000 dollari per il gesto antisportivo. In 250 invece scivola Simoncelli, che con un errore banale, peccato, ha detto addio al Mondiale, c’è aperta ancora una porticina minuscola, ma sarà davvero dura.

In Moto Gp più o meno stessa storia che in 125, solo che tutto avviene alla prima curva, tra De Angelis, che scivola, e Haiyden tirato dentro nella collisone, De Angelis si scusa ma non basta a placare “Hayden il Terribile”, ma per fortuna la cosa finisce li.

Insomma in tutto questo chi gode è solo il somarello, che dopo la settimana scorsa si gode il suo week end perfetto, sempre davanti in qualifiche, pole e pista, andando in vacanza con 30 comodi punti sul sul avversario diretto: “E’ stato il fine settimana perfetto, sono anche sorpreso, felicemente, perché come avevo detto giovedì non mi aspettavo di essere così competitivo a Misano, invece da venerdì pomeriggio abbiamo trovato un buon assetto e in gara è stato tutto perfetto, manca solo che stasera 4 ragazze mi aspettino nel letto. E’ stato bello lavorare così, abbiamo fatto l’hat trick all’americana – continua il dottore - forse anche di più perché siamo stati sempre davanti nelle prove. A Indy era andata un po’ al contrario e invece qui abbiamo dimostrato quanto conti azzeccare la messa a punto. Sapevo di avere un buon passo ma niente è scontato. Ora mancano 4 gare, c’è ancora da lottare e conterà non sbagliare niente. Lorenzo l’avversario più forte e mi dispiace che i tifosi italiani l’abbiano fischiato, io in Spagna vengo sempre applaudito. Vediamo ora che accade anche col rientro di Stoner, potrebbe essere determinante nello spostare gli equilibri. Qui non si deve dare per scontato niente".

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017