Excite

Massa: “Lo sport mi ha salvato dalla droga”

Sull’onda delle dichiarazioni di Andrè Agassi, anche Felipe Massa racconta la sua esperienza con le droghe in un’intervista alla radio brasiliana Jovem Pan e ed il rischio che esse prendessero parte anche della sua vita, se non fosse che lo sport lo ha salvato: "Senza lo sport, rischiavo di entrare nel tunnel della droga".

Questa la confessione di un Felipe Massa che è ben consapevole dei rischi che ha corso in passato: "Le amicizie sono importanti. E avere un obiettivo nella vita, che per me era lo sport, è stato importante. Conoscevo persone che facevano uso di droghe e io potevo entrare in questo giro, ma non l'ho fatto perchè per me non era importante. Non ho mai usato droghe per aiutarmi".

La vita da padre che o attende a breve lo ha fatto riflettere ulteriormente: "È un cambiamento molto grande nella mia vita. Non sarò più un pilota, sarò un padre che deve preoccuparsi non solo della propria vita ma al 100% di quella di suo figlio", ciliegina sulla torta anche in vista del suo imminente rientro dopo l’incidente dell'Hungaroring: "Sono pronto a tutto, la cosa più importante è correre ma siamo preparati. Sono al 100%, il recupero è stato buono, sono tornato a fare palestra, a correre sui kart, in F1. L'operazione è stata seria. Potevo perdere la vista". E conclude: "Ero pronto per correre a Valencia ma mia moglie mi ha detto di non andare".

C’è tempo anche per parlare del nuovo pilota della Ferrari, Fernando Alonso, con il quale in questi giorni si è soffermato, sottolineando come tra i due: “Non c’è nessuna concorrenza”. "Fernando è un gran pilota – continua il brasiliano -, uno dei migliori in Formula 1, ma chiunque venga in Ferrari è sempre un compagno forte, perchè la Ferrari cerca sempre i migliori. Io però farò come sempre, cercherò di vincere. E con Alonso faremo un'auto competitiva e in pista dipenderà da noi". In Ferrari si parla già di una nuova era Schumacher, ma lui non la vede così: "Il lavoro all'interno di un team è di gruppo. Schumacher aveva una grossa voce in capitolo in Ferrari perchè se l'è conquistata. È arrivato, ha lavorato e ha creato una squadra competitiva. Per diventare primo pilota devi portare lavoro e risultati".

 (foto © LaPresse)

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017