Excite

Meeting di Milano: torna la Semenya, Howe sorprende nei 200

Il meeting di Milano, svoltosi ieri in notturna, ha sancito alcuni verdetti molto importanti, primo fra tutti il ritorno ufficiale di Caster Semenya che, dopo il deludente 9° posto a Rovereto, và a trionfare negli 800 con il tempo di 1'58’’16 davanti alle francesi Hind Dehiba e Fanjanteine Felix. Certo non sarà quel 1'57’’ che aveva promesso, ma è comunque il suo 5° miglior tempo stagionale, segno di una ripresa: peccato solo per Elisa Cusma che, colpa di un’atleta russa che sceglie il momento sbagliato per togliersi di pista, cade e saluta da terra il meeting.

Ma le sorprese non sono finite qui, soprattutto guardando ai colori azzurri, e la rivelazione della serata è stato senza dubbio Andrew Howe che si riscopre velocista e non di poco: corre infatti i 200 metri e domina su tutti chiudendo con il tempo di 20’’30: ‘Sono allibito, nemmeno io mi aspettavo di andare tanto forte – ha detto a fine corsa - Ora inizia un nuovo Howe mi dedicherò solo alla velocità e accantonerò il salto in lungo finché il piede non sarà guarito del tutto: sarà la mia redenzione’. Dietro di lui lo svizzero Mark Schenberger ed Emanuele Di Gregorio.

E a proposito di Emanuele di Gregorio purtroppo non gli è riuscita l’impresa di battere il francese Christophe Lemaitre, tre volte campione d'Europa (100, 200 e 4x100), che nonostante il vento ha chiuso in 10’’24: ‘Come al solito sono partito male, ma poi ho recuperato – racconta il francese - Il tempo non è il massimo, ma ero qui a Milano solo per vincere’. E per concludere segnaliamo anche la vittoria di Antonietta di Martino nell'alto con la misura di 1,93 davanti all'ucraina Styopina (1,91).

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019