Excite

Mondiali di Atletica 2015: Dafne Schippers riscrive la storia della velocità femminile, il video

  • Getty Images

Ci sono vittorie diverse dalle altre, vittorie che contano di più e che hanno un’eco più ampia. E’ una regola non scritta dello sport. La vittoria nel 200 metri piani a Mondiali di Pechino ottenuta da Dafne Schippers fa parte della categoria vittorie storiche. Questa ragazzona olandese che sfiora il metro e ottanta sta sbalordendo il mondo dell’atletica leggera senza destare sospetti di sorta, il che di questi tempi non è certamente poco. La neo campionessa del mondo è titolare di un miglioramento tecnico che ha pochi paragoni nella storia recente della regina di tutti gli sport.

La Schippers ha cominciato da piccola con l’atletica ma la sua specialità non era la velocità bensì l’eptathtlon. Un bronzo ai Mondiali di Mosca sembrava averla avviata sulla strada di una bella carriera nel mondo delle prove pubbliche. Lontano dai riflettori. Questa ragazza, però, è dannatamente veloce e se ne accorgono in tanti.

Rivivi la vittoria di Bolt sui 200 metri

L’Olanda non ha tanto tra cui scegliere per cui Dafne Schippers viene impiegata anche sui cento ed i duecento metri. Agli Europei di Zurigo del 2014 piazza un’incredibile doppietta ed i tecnici olandesi la convincono a dedicarsi solo alla velocità.

Guarda il video della vittoria di Dafne Schippers

I limiti ed i record personali cominciano ad abbassarsi con una frequenza impressionante. Allenarsi per otto prove diverse tra loro è un conto, dedicare tutta la giornata ad un solo gesto tecnico permette miglioramenti assurdi. Alla partenza della finale dei cento metri dei Mondiali di Pechino era considerata al massimo una possibile outsider ed invece per poco non ha strappato via la medaglia d’oro con un tempo di 10”81 incredibile solo a pensarci.

Guarda l'incidente tra Bolt ed il cameraman

La finale dei duecento metri, invece, le ha scaricato addosso una bella pressione che la bionda olandese ha gestito al meglio risucchiando tutte le avversarie sul rettilineo finale chiudendo col sorriso incredulo del 21”63, terzo tempo di sempre, da neo campionessa del mondo. Fanny Blankers-Koen ha trovato la sua erede.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017