Excite

Mondiali di Basket, Petrucci: Italia non chiede Wild Card

  • Getty Images

L'Italianon chiederà la wild card per i Mondiali di basket in programma in Spagna dal 30 agosto al 14 settembre prossimi. Lo ha annunciato questa mattina lo stesso presidente della Fip, Gianni Petrucci, dopo il consiglio federale. "Abbiamo deciso di rinunciare anche se con grande dispiacere a questa richiesta. In questo momento fare un'offerta di un milione di franchi svizzeri, circa 830mila euro, non è eticamente percorribile", ha spiegato.

"È un grande dolore, è stato colpo ma siamo a posto con la coscienza. I criteri della wild card sono troppo generici - ha aggiunto Petrucci -. Noi ritenevamo di avere acquisito il diritto sul campo perchè avevamo battuto tutte le squadre che partecipano alla corsa. Parlo di Turchia, Russia, Grecia e Germania, tutte nazioni forti".

"Riteniamo che queste regole debbano essere stabilite prima della partecipazione agli Europei- ha proseguito il n. 1 della Fip -.Quando vedi che sei arrivato prima di nazioni forti e nei criteri questo viene messo con me una virgola, capisci che sarebbe stata una strada non percorribile". Una rinuncia condivisa con il ct Simone Pianigiani e il presidente del Coni, Giovanni Malagò. "Per Pianigiani so che è un dispiacere - ha ammesso Petrucci - perchè per un allenatore di questo livello è sempre doloroso non potersi confrontare con gli altri colleghi, ma ha capito e ne ha preso atto. Ho informato il presidente Malagò che ha condiviso questa mia scelta dolorosa".

L'Italbasket, dunque, punterà tutto sugli Europei che si disputeranno in Ucraina nel 2015."Faremo il nostro percorso sportivo per le qualificazioni agli Europei - ha concluso il presidente -sappiamo di avere un'ottima squadra e nell'ultima competizione abbiamo dimostrato di aver rialzato l'immagine della nazionale".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il presidente del Coni Giovanni Malagò. "Condivido in pieno la scelta della Federazione. Si tratta di un atto di buon senso che tiene conto del contesto attuale e del momento che sta attraversando il Paese - ha detto - Fermo restando il rispetto per le dinamiche gestionali delle wild card da parte delle federazioni internazionali mi permetto una riflessione da un punto di vista di cultura sportiva. Il mio modello ideale - ha concluso Malagò - è quello di ottenere le qualificazioni sul campo e sono certo che la pallacanestro azzurra saprà dimostrare il suo valore al prossimo Europeo del 2015 che sarà una delle tappe per qualificarsi ai Giochi di Rio 2016".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017