Excite

Mondiali di Berlino, ko della Isinbayeva. La Giamaica invece vola!

La regina del salto con l’asta, la russa Yelena Isinbayeva, è crollata ai Mondiali. Questa è la notizia più incredibile che arriva da Berlino, dove la campionessa olimpica in carica e a caccia del terzo mondiale ha fallito l’appuntamento non riuscendo ad entrare neppure tra le prime 10: entrata infatti in gara a 4.75 ha fallito il primo salto e poi ha deciso di passare a 4.80 sbagliando anche i due salti a sua disposizione su questa misura, regalando di fatto la gara a tre avversarie che quasi non ci credevano che questo potesse accadere. Oro dunque alla polacca Anna Rogowska, argento all'americana Chelsea Johnsone a pari merito l'altra polacca Monica Pyrek.

''Non so cosa mi è successo - ha provato a spiegare, piangendo, Yalena Isinbayeva ai microfoni di Rai Sport -, mi sentivo bene prima della gara. Era una misura che avevo superato senza problemi in allenamento. Questo è lo sport, bisogna accettarlo. Non pensavo però che potesse succedere...".

Nella velocità, dopo la vittoria di Usain Bolt nei 100 metri uomini, è ancora la Giamaica a dominare con Shelly-Ann Fraser che porta a casa l’oro in 10''73 davanti alla connazionale Kerron Stewart (10''75), mentre il bronzo è andato alla statunitense Carmelita Jeter (10''90). Bella gara anche quella dei 10.000 metri, dove però non ci sono sorprese e a vincere è l'etiope Kenenisa Bekele davanti all'eritreo Zersenay Tadese e al keniano Moses Masai bronzo all’arrivo.

Sempre nelle velocità è arrivato invece il forfait di Tyson Gay nei 200 per alcuni problemi fisici, tanto con Bolt non c’è niente da fare quest’anno, vale dunque la pena di saltare questa gara per poi poter ricominciare subito la preparazione, in vista a questo punto di Londra 2012: "L'inguine è troppo infiammato" ha detto Gay, il ritiro quindi è l’unica scelta.

Bene anche gli atleti azzurri che con Elisa Cusma si qualificano alla finale degli 800 vincendo la batteria della terza semifinale in 2'00"62, mentre nella brutta gara del martello, dove hanno deluso tutti i big, arriva il nono posto del nostro Nicola Vizzoni con la misura di 73,70; l’oro è stato vinto dallo Primoz Kozmus (80,84), argento al polacco Szymon Ziolkowski (79,30), bronzo al russo Aleksey Zagornyi (78,09).

I Mondiali però continuano…

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017