Excite

Montano: "Le Olimpiadi? Tutto ok, ma la Pellegrini era po' stronzetta"

  • Infophoto

Atmosfera unica: con i propri compagni di squadra, con gli atleti stranieri. L'aria che si respira alle è Olimpiadi è sempre indimenticabile: e lo conferma Aldo Montano che a Londra ha vissuto giorni da incorniciare. Fino a pochi giorni prima pensava addirittura di non potere esserci a causa di un infortunio muscolare, invece è riuscito ad arrivare in pedana, e conquistare il bronzo a squadre nella sciabola con i suoi compagni.

Londra è stata “Un'esperienza bellissima”, ha raccontato Montano in un'intervista a Vanity Fair ma non si è lasciato scappare una piccola puntualizzazione. “L'unica un po' stronzetta era la Pellegrini. Se incontri uno con la tuta del tuo Paese è normale salutarsi, lei invece tirava dritto”, ha spiegato, senza usare mezzi termini, lo sciabolatore azzurro.

Carpanese attacca Pellegrini: guerra su Facebook

Sempre a proposito della spedizione azzurra, poi, inevitabile un riferimento ad Alex Schwazer e alla vicenda doping che lo ha visto protagonista. "Non riesco a essere incazzato con lui, anche se da sportivo dovrei esserlo per primo.- ha raccontato Montano - Mi ha fatto tenerezza, e mi è sembrato sincero. In un mondo in cui tutti si arrampicano sugli specchi e negano perfino l'evidenza, lui in conferenza stampa, davanti a 50 microfoni, si è letteralmente tirato giù le mutande e ha detto: fatemi quel che volete".

Montano è stato campione olimpico nella sciabola individuale ad Atene 2004 e ai Giochi greci ha conquistato anche l'argento a squadre. A Pechino 2008 ha vinto il bronzo con i compagni di squadra, bissato, poi, a Londra 2012 con Luigi Samele, Luigi Tarantino e Diego Occhiuzzi.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2014