Excite

Montmelò, se la giocano Vale e Lorenzo

Ci siamo, il nuovo capitolo della Moto Gp si apre a Barcellona, in un Mondiale che forse così emozionante non era mai stato. Si perché davanti a tutti, per un pugno di punticini c’è Stoner, ed il Gp di Catalunya potrebbe essere roba da Ducati visto la velocità della pista, potrebbe però, perché c’è pure Lorenzo, che come Pedrosa qui è di casa e non ha certo intenzione di fare brutte figure. E poi naturalmente c’è lui, il Dottore, che deluso dal Mugello vorrebbe siglare una bella vittoria proprio in casa di un avversario diretto, nonché compagno di squadra.

"Il Mugello si è rivelato abbastanza deludente, però abbiamo incamerato punti importanti – queste le parole di Rossi - Non siamo stati in grado di trovare la risposta che ci permettesse di preparare la M1 esattamente come la voglio, ma Barcellona è un buon circuito per noi e spero quindi che si riesca a compiere il passo definitivo".

"Barcellona, assieme al Mugello e a Phillip Island – continua il Dottore -, è uno dei miei tracciati preferiti e amo gareggiarci. In questa stagione ho già vinto una volta in Spagna, quindi spero proprio di ripetermi. E' necessario mantenere la concentrazione e mettere a frutto ciò che abbiamo appreso al Mugello per procedere nella direzione giusta. Auguriamoci che il tempo sia bello, visto che le gare corse fino ad ora in condizioni miste, asciutto-bagnato, non mi hanno portato fortuna".

Ma non dimentichiamoci del folletto spagnolo della Yamaha, che tra le altre cose qui l’anno scorso non ha potuto correre a causa di un incidente davvero brutto nelle libere, e che già sente l’incitamento dei suoi tifosi "Fino ad oggi è stata una grande stagione - ammette lo spagnolo - Non perfetta, però: ho commesso un grave errore a Jerez quando ho cercato di superare Stoner. Spero di far meglio questa volta, di fronte ai miei tifosi".

"Dopo ciò che è successo al Mugello e a Le Mans sappiamo che tutto può accadere e che è necessario mantenere calma e concentrazione - conclude Lorenzo - Adesso si va a casa mia, il luogo più vicino alla mia isola di Maiorca, in uno dei tracciati che preferisco. Lì sono sempre risultato veloce fin dal debutto in 125cc quando per la prima volta mi classificai in seconda fila. L'obiettivo principale, questa volta, è far sì che il week-end sia migliore di quello dello scorso anno e dimenticare completamente quanto accadde allora. Al Mugello sono migliorato, rispetto all'anno scorso. Spero sia così anche a Barcellona".

Le premesse per lo spettacolo ci sono tutte, ma d’altronde si sa, la Moto Gp è da vivere sempre al cardiopalma.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017