Excite

Mosley, il ritorno di Briatore “fine della credibilità della Formula 1"

Eccolo qua! Finalmente Max Mosley, ex Presidente della Fia e presunto artefice della cacciata di Briatore dalla F1, scopre le carte e parla dell’assoluzione di quest’ultimo "crashgate" di Singapore 2008, assoluzione che ha di fatto cancellato la radiazione di Briatore dal mondo delle corse.

Mosley in qualche modo risponde alla nostra domanda di qualche giorno fa, ovvero “Con Briatore assolto, chi paga per il Crashgate?”, e lo fa nella maniera più lineare possibile sulle pagine del New York Times, spiegando che, a suo modo di vedere, Jean Todt impedirà il ritorno di Flavio Briatore in Formula uno: "è impensabile che noi, di fronte a queste cose, diciamo 'ok, va tutto bene'. Sarebbe la fine della credibilità della formula 1".

Guarda il video dell’incidente di Singapore 2008

"Se non possiamo sanzionare chi fa le cose che hanno fatto Briatore e Symonds allora tutti gli scopi e i presupposti della fia sono in discussione – tuona Mosley - perchè provocare un incidente volontariamente mette a rischio la sicurezza, va contro la correttezza sportiva ed è all'opposto di tutti i fondamenti della nostra attività”.

Mosley si dice poi certo che quel provvedimento preso nei confronti di Briatore alla Fia sia ancora in essere, e non solo, rincara la dose parlando della denuncia nei confronti di Piquet, minacciata ma mai arrivata: "Lo ha detto solo per vantarsi con la stampa italiana - dichiara Mosley - . Il fatto è che se lo avesse fatto sarebbe andato incontro a una controquerela visto che ha accusato i Piquet di ricatto ed estorsione. Io non so tra l'altro se i Piquet hanno intenzione di fargli causa. Inoltre il giudice non ha stabilito che Briatore non è colpevole, ma ha obiettato la procedura utilizzata dalla Fia. Ma è un giudizio molto preliminare. Penso che la Fia dovrebbe impugnare la sentenza, perché ritengo che sia gravemente carente in una serie di punti. Symonds ha ammesso per iscritto che era colpevole".

 (foto © LaPresse)

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017