Excite

Motegi è di Stoner, ma che sfida tra Rossi e Lorenzo

E allora dai…divertiamoci! Questo deve aver pensato Valentino Rossi vedendosi passare Lorenzo a tutta velocità, dopo un Gp intero a duellare per un terzo posto che per i tifosi di Motegi è valso il prezzo del biglietto... infondo si non può pensare di passare il Dottore e farla franca.

E così mentre Stoner andava a vincere agilmente il Gran Premio davanti ad un redivivo Dovizioso, chiamato a fare degnamente le veci di Dani Pedrosa, out per infortunio, là dietro i due della Yamaha davano vita ad una lotta per il terzo posto degno di Barcellona 2009, con tanto di spallate, sorpassi impossibili e pure complimenti finali per essersi divertiti: ma il punto è che Valentino questo duello l’ha vinto, ancora una volta, a dimostrazione del fatto che anche se acciaccato di certo non è arrendevole.

Complimenti a Lorenzo che poteva pure lasciar stare e godersi il vantaggio abissale nel Mondiale, ma siccome pure lui di arrendersi non ne voleva sapere, la faccenda è finita con un testa a testa grazie al quale lo spettacolo ringrazia: ‘Era meglio battersi - spiega infatti Rossi - per la vittoria, ma Lorenzo mi ha passato inutilmente subito, facendomi perdere un sacco di tempo. Per cui alla fine anche se giravo con gli stessi tempi dei primi sono rimasto bloccato in terza posizione. E' stato divertente è stata una bella battaglia, faccio i complimenti a Lorenzo. Alla fine ero stanco, ma dovevo farcela...’.

Indemoniato Lorenzo a fine gara che prima fa i complimenti a Rossi e poi in scuderia esplode e cambia totalmente opinione non appena gli capitano i giornalisti di As sotto mano: 'Rossi non ha giocato pulito, ed io ho anche un po' temuto per la mia integrità fisica. Corriamo per la stessa casa, mi sto giocando il titolo e la Yamaha non è interessata solo al fatto che io vinca il Mondiale ma anche alla classifica costruttori. Se uno di noi due fosse caduto, ne avrebbero sicuramente beneficiato Ducati e Honda'. E ancora: 'Ho tentato di arrivare terzo, però sempre in modo pulito, senza fare pazzie o cercare di superarlo con manovre al limite della legalità. Lui ha fatto una buona corsa, girando rapido e frenando forte, però credo che i sorpassi che mi ha fatto non siano stati molto puliti. Quando ti appoggi ad un altro pilota e lo spingi via non è illegale perchè non lo hai fatto cadere, però....Mi sono riunito con gente dello staff della Yamaha e anche loro pensano che Valentino non sia stato corretto e mi hanno garantito che gli faranno un richiamo'.

Dietro Lorenzo arrivano Edwards, Simoncelli, Bautista e Ben Spies mentre per quanto riguarda il Mondiale Lorenzo sale a 297 punti e davvero non c’è più nessuno che possa fare qualcosa per strappargli questo titolo in extremis... Peccato solo che Valentino sia così lontano, altrimenti staremmo a parlare di tutta un'altra storia.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019