Excite

Moto Gp, domina Ben Spies. Il Sic cade su Lorenzo, è guerra

  • Foto:
  • ©LaPresse

Si sapeva che avrebbe messo il naso fuori presto, e per farlo ha scelto il Gp del 50° anniversario della presenza nel mondiale della Yamaha, fatto sta che ad Assen è Ben Spies a vincere, mentre Simoncelli ancora una volta, vuoi la foga, vuoi la voglia, protagonista in negativo.

Calendario, piloti, biglietti ed il nostro sondaggio: tutto quello che devi sapere sulla Moto Gp

Il Sic infatti scivola dopo poche curve e una partenza bruttina, sfiga vuole però che cadendo, tra tutti quelli che poteva prendere, è finito proprio addosso a Lorenzo che scivola anche lui: i due cadono e rimangono indietro, tanto indietro che lo spagnolo chiuderà 6° dopo una gara di rincorsa, mentre Marco addirittura 9°, uno spreco dato che ancora una volta aveva messo in mostra nelle qualifiche doti e tempi impressionanti.

In tutto questo ne approfitta Spies che gira veloce, talmente veloce che nemmeno Stoner riesce mai davvero a prenderlo accontentandosi (diciamo così) di un secondo posto che porta punti importanti, mentre al 3° posto c’è il Dovi che dando il massimo questo è quello che riesce a racimolare, migliore fra gli italiani.

E poi Valentino Rossi, tra quelli con le moto le lente il migliore, anche se 30’’ dal primo dicono tutto, fatto sta che il Dottore mette da parte qualche punto buono e pensa allo sviluppo della sua Gp11.1: ‘Ci avrei messo la firma dopo le qualifiche – dice Vale -, ma il distacco è davvero eccessivo. Non siamo stati aiutati dal meteo, che, variabile come era, non ci ha dato il tempo per fare un buon assetto, ma è anche vero che qui in Ducati ci mettiamo sempre troppo tempo per sistemare le cose e fare le modifiche che servono. Anche questa è una cosa su cui dobbiamo lavorare’. Ma c’è tempo anche per una battuta sul volo del Sic su Lorenzo: ‘Mi spiace davvero per lui, poverino: fa la pole, va forte, poi gli succedono sempre queste cose. Non era un sorpasso cattivo, può succedere. Mi pare che anche Lorenzo abbia detto così. Come? Ah, no! Ooops’.

Lorenzo neanche a dirlo acido come una zitella a fine Gp su Simoncelli: ‘Non pensa alle cose che fa, è un incosciente. So che non ha fatto apposta a farmi cadere e posso anche accettare le sue scuse. Ma pensavo che avesse imparato qualcosa dopo tutti gli incidenti che ha provocato, ma a quanto pare no. Per fortuna non mi sono infortunato, ma se continua così farà male ad altri piloti. Se io fossi nella commissione sicurezza gli toglierei la licenza per correre per qualche gara, ma io sono un semplice pilota’. Appunto!

Il Sic da parte sua chiede scusa, il fatto che sia caduto proprio su Lorenzo è solo sfiga: ‘Ho compromesso tutto con il sorpasso su Lorenzo all’inizio: non mi pareva di aver preso un rischio eccessivo, ma le gomme erano fredde, mi è partito il posteriore e non sono riuscito a tenere la moto. Dovevo stare più attento, non è possibile che me ne succeda sempre una, ma questo è un episodio di gara, non certo come a Le Mans, ed è stato un mio errore. Mi dispiace di aver coinvolto Lorenzo e gli chiedo scusa, forse potevo aspettare un pò’.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019