Excite

Moto Gp, Le Mans porta il sorriso a Rossi. Sic, che casino!

Era ora finalmente! Valentino Rossi torna sul podio, e la fa a Le Mans dove, un po’ per fortuna ed un po’ per bravura, riesce a mettere la sua Ducati sul podio accanto alle Honda di Casey Stoner, dominatore dall’inizio alla fine senza che nessuno lo possa infastidire, e a quella di Andrea Dovizioso, bravo a battere lo stesso Dottore a due giri dalla fine e tenere botta fino alla bandiera a scacchi.

Calendario, piloti, biglietti ed il nostro sondaggio: tutto quello che devi sapere sulla Moto Gp

Ma i dettagli oggi non contano, conta invece la sostanza di un 3° posto preziosissimo per il morale che farà dire a Valentino: ‘Finalmente oggi sono stato di nuovo veloce’. Il morale sotto i piedi invece ce l’ha Simoncelli che dopo tutte le polemiche del venerdì, con la protesta a sua carico per lo stile di guida troppo ‘irruente’ (capitanata da Lorenzo, oggi 4°), al ‘via’ sportella proprio Jorge che non la manda giù, e a 11 giri dalla fine entra esterno su Pedrosa (che era 2°), il quale poi non riesce a tirarsi su ed impatta cadendo: come risultato Simoncelli si becca un giro lento come ammenda ai box ed il 5° posto finale, che poteva essere il 2°.

Ma stavolta il Sic non ci sta: ‘No, non mi sento di aver fatto una maialata. Mi dispiace che Pedrosa sia caduto e si sia fatto male alla clavicola, ma non credo di aver fatto qualcosa di scorretto. Lui mi ha passato in rettilineo, ho staccato dove stacco di solito e mi sono trovato lui a fare la curva, ma non ho chiuso, gli ho lasciato lo spazio per entrare. Pedrosa arrivava lungo, ho raddrizzato e lui mi ha preso. Mi dispiace veramente per Dani, ma ero davanti e non ho chiuso la porta. Gli ho lasciato lo spazio per girare, la moto gli si è scomposta ed è caduto. Mi dispiace anche per il risultato, oggi era un secondo posto a tutti gli effetti, e invece sono arrivato quinto solo perchè dopo la penalità sono riuscito a superare Hayden e Spies proprio alla fine. È un episodio che in gara ci può stare’.

Valentino Rossi questa volta non gli dà ragione: ‘Marco è stato molto ingenuo tatticamente perchè era più veloce di Pedrosa e avrebbe potuto aspettare un attimo a passarlo. Invece ha azzardato troppo – bacchettata che lascia subito spazio alla sua soddisfazione -. Sono contentissimo anche se Dovi mi ha battuto un'altra volta. Dobbiamo ancora lavorare, ma finalmente vado veloce. Mi ricordavo la Ducati che andava 10 km più degli altri, invece con me sopra va più lenta. C'è ancora molto da lavorare, ma finalmente inizio a sentirmi a mio agio e le cose migliorano. Siamo sulla strada giusta: mi sono divertito tantissimo, mi sono sentito benissimo dall'inizio alla fine, sia con la spalla che con la moto’.

    Ordine di arrivo del Gp di Francia:
  • 1 Casey Stoner Aus Honda Hrc
  • 2 Andrea Dovizioso Ita Honda Hrc
  • 3 Valentino Rossi Ita Ducati
  • 4 Jorge Lorenzo Spa Yamaha
  • 5 Marco Simoncelli Ita Honda Team Gresini
  • 6 Ben Spies Usa Yamaha
  • 7 Nicky Hayden Usa Ducati
  • 8 Hiroshi Aoyama Jap Honda Gresini
  • 9 Hector Barbera Spa Ducati Aspar
  • 10 Karel Abraham Cardion Ducati

    Classifica generale:
  • 1 Jorge Lorenzo Yamaha 78
  • 2 Casey Stoner Honda 66
  • 3 Daniel Pedrosa Honda 61
  • 4 Andrea Dovizioso Honda 50
  • 5 Valentino Rossi Ducati 47
  • 6 Nicky Hayden Ducati 39
  • 7 Hiroshi Aoyama Honda 36
  • 8 Marco Simoncelli Honda 22
  • 9 Colin Edwards Yamaha 21
  • 10 Hector Barbera Ducati 21

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020