Excite

Moto Gp, si corre in Spagna: Rossi è al 60%

Valentino si presenta ad Jerez della Frontera ed in conferenza stampa insieme a tutti i suoi colleghi più illustri fa un’analisi a livello personale dopo l’incidente di motocross, soprattutto però in relazione alla forza degli avversari spagnoli, che qui si venderanno cara la pelle: ‘La spalla mi fa ancora male e domani vedrò come riesco a stare in sella . comincia così il Dottore. Sicuramente non sarò al 100% visto che un incidente come quello che mi è capitato ha bisogno di almeno tre settimane per recuperare in pieno. Ad oggi ne sono trascorse solo due’.

Il vulcano sì ha dato una mano, infatti senza di quello probabilmente Motegi sarebbe stato un disastro, e così Valentino torna sull’incidente raccontando cosa è successo sulla pista da cross: 'In una curva a sinistra - spiega Rossi - c'era terreno molle per la pioggia dei giorni precedenti ed in uscita sono finito in un solco. Nella caduta ho allargato il braccio e ho avuto una extra rotazione. A quel punto sono andato subito dal dottor Costa che mi ha riscontrato una piccola frattura (ora ricomposta) ed una lesione alla cuffia dei rotatori. Abbiamo fatto tutti i trattamenti possibili in queste due settimane e continueremo anche nel weekend. Sono stato fortunato che non siamo andati in Giappone, almeno ho avuto più tempo per curarmi. Vediamo domani come mi sento in moto perchè sinora sono salito solo su uno scooter che non fa certo testo. Se sono stato superficiale? Andiamo alla cava da quindici anni e non è mai successo niente. Il motocross lo considero importante per allenarsi: devi fare qualcosa in moto tra un GP e l'altro e il fuoristrada va bene’.

Infine c’è da pensare alla gara perché gli avversari sono motivatissimi e questa gara porta sensazioni speciali un po’ per tutti: ‘Jerez è sempre speciale per la grande affluenza di pubblico ed è una delle mie piste preferite. Ci ho vinto otto volte, cinque delle quali in MotoGP ed è un circuito sul abbiamo fatto moltissimi test sin dai tempi della 125. Dovrò stare attento a Lorenzo che è il più vicino a me in campionato e qui è andato sempre forte cosi come Pedrosa. Stoner poi sicuramente vorrà rifarsi dopo il Qatar’.

 (foto © LaPresse)

    Venerdì, 30 Aprile 2010
  • 125 FP1 12:40 - 13:40;
  • MotoGP FP1 13:55 - 14:55;
  • Moto2 FP1 15:10 - 16:10;

    Sabato, 01 Maggio 2010
  • 125 FP2 09:00 - 09:40;
  • MotoGP FP2 09:55 - 10:55;
  • Moto2 FP2 11:10 - 12:10;
  • 125 QP 13:00 - 13:40;
  • MotoGP QP 13:55 - 14:55;
  • Moto2 QP 15:10 - 15:55;

    Domenica, 02 Maggio 2010
  • 125 WUP 08:40 - 09:00;
  • Moto2 WUP 09:10 - 09:30;
  • MotoGP WUP 09:40 - 10:00;
  • 125 RAC 11:00;
  • Moto2 RAC 12:15;
  • MotoGP RAC 14:00;

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019