Excite

MotoGP d'Aragona 2014: Lorenzo vince, Valentino che paura!

  • Getty Images

Il Gran Premio della MotoGP di Aragona in Spagna edizione 2014 verrà ricordato come una gara di grandi cadute e grossi spaventi. Valentino Rossi ha spaventato milioni di italiani e di tifosi sparsi in tutto il mondo. Il pesarese è caduto dopo appena quattro giri ed è stato portato via in barella. Per fortuna alla fine tutto si è risolto con un brutto trauma cranico ed un bel po' di contusioni. Hanno condiviso la sorte di Rossi, con meno danni, anche Dovizioso, Pedrosa e Marquez.

Di fatto Jorge Lorenzo ha vinto il Gran Premio per mancanza di avversari all'altezza. Il maiorchino è stato bravo a resta in piedi in una corsa in cui nessuno dei favoriti è riuscito ad arrivare alla bandiera a scacchi.

Leggi le news della MotoGP

La svolta della gara è arrivata quando ha cominciato a piovere. Non tutti hanno scelto di cambiare moto. Ad esempio i due della Honda, Marquez e Pedrosa, hanno scelto di continuare e purtroppo per loro si è rivelata la scelta sbagliata. Soprattutto Marquez con un grande vantaggio in classifica generale poteva optare per una scelta più furba e conservativa.

Leggi le news di Formula 1

Lorenzo, Espargaro, Crutchlow ed altri hanno deciso di cambiare moto e sono arrivati sani e salvi fino alla fine della corsa. In particolare i tre suddetti hanno occupato le posizioni del podio con tanti saluti alla scriteriata strategia della Honda che stava letteralmente dominando il Gran Premio fino all'intervento di Giove Pluvio.

Un gran peccato per Valentino Rossi che se non fosse caduto nei primi giri di corsa avrebbe tranquillamente potuto portare a casa la seconda vittoria consecutiva, soprattutto in considerazione della stabilità e delle scelte strategiche della Yamaha. La vittoria di Lorenzo, chiaramente, non riapre la corsa al mondiale, ma di sicuro avrà insegnato una dura lezione a Marc Marquez. Con una situazione di classifica più ravvicinata sarebbe stato un errore fondamentale.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018