Excite

MotoGp, Gp Qatar: super rimonta Rossi è secondo, vince Marquez

  • Getty Images

Una rimonta super e un duello all'ultima curva con il campione del mondo in carica. Marc Marquez ha vinto il Gp del Qatar prima gara del Mondiale 2014 ma alle spalle dello spagnolo della Honda, partito in pole, si è piazzato un grande Valentino Rossi, che ha chiuso precedendo l'altro pilota della Honda Dani Pedrosa.

Motogp 2014, le moto e i piloti in gara: foto

Marquez ha duellato a lungo con Valentino che ha chiuso la sua gara in seconda posizione dopo un testa a testa emozionante durato fino all'ultima curva. Aleix Espargarò (FTR-Yamaha), che aveva dominato le libere, ha chiuso in quarta posizione. Ottimo quinto posto per Andrea Dovizioso, il primo al traguardo tra i piloti Ducati, mentre il suo compagno di squadra Cal Crutchlow ha terminato sesto ma senza benzina. Decimo posto per Andrea Iannone. Il pilota abruzzese era caduto al termine del primo giro, ma è riuscito a risalire in sella per guadagnare punti preziosi.

Non ha terminato la gara Jorge Lorenzo. Il compagno di squadra di Rossi è scivolato nel corso del primo giro dopo il via, dopo essere scattato al comando del gruppo. A terra è finito anche il tedesco Stefan Bradl (Honda), anche lui mentre era al comando della gara. A punti anche Danilo Petrucci. Il pilota ternano ha terminato la prima corsa della stagione in quattordicesima posizione con la ART Aprilia.

Il Gp del Qatar, dunque, è sembrato ancora un affare privato tra Marquez e Rossi, che proprio lo scorso anno avevano iniziato a duellare su questo circuito. "Lo scorso anno era andata meglio a me - ha detto Rossi - ma stavolta mi sarebbe piaciuto vincere". Rossi non è del tutto contento del suo secondo posto, dopo la bella battaglia negli ultimi giri con il campione in carica. "Oggi ho avuto la possibilità di vincere - ha detto Rossi - ma non ci sono riuscito. È stata una bella gara comunque. Dovevo partire più avanti, per avvantaggiarmi di più. Certo che se le gare quest'anno saranno tutte così ci sarà da divertirsi davvero. Eravamo tutti davanti, abbiamo fatto degli errori, ma avevamo tutti lo stesso ritmo. Gare così sono veramente belle".

"Questo sport non è così fisico come potrebbe essere l'atletica - ha aggiunto Rossi - il segreto è la passione a me piace fare il mio lavoro. Sono forse sono un pò vecchio in qualifica, quando mi danno sempre quei due decimi. Comunque sono ancora veloce e questo quello che conta". La prima occasione buona per la rivincita, ora, sarà ad Austin in America, pista tradizionalmente della Honda, tra due settimane. Li Rossi e Marquez ritroveranno anche Jorge Lorenzo pronto a recuperare i punti perduti.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019