Excite

MotoGp, Lorenzo lancia l'appello a Valentino Rossi: 'Facciamo diminuire la tensione'

  • Getty Images
Jorge Lorenzo lo ammette: "I rapporti con Valentino Rossi non torneranno normali in breve tempo". Ma gli rivolge un appello ad "abbassare la tensione". Il vincitore del mondiale di MotoGp 2015, insomma, fa una mezza marcia indietro rispetto alla disponibilità di fare pace con il compagno di team alla Yamaha. Del resto il campione di Tavullia non ha reagito alle aperture arrivate dal pilota spagnolo: l'unica mossa 'ufficiale' è stata quella di cancellarlo tra i following su Twitter.

Leggi qui cosa aveva detto nei giorni scorsi Jorge Lorenzo

In un'intervista al Mundo Deportivo, Jorge Lorenzo ha ripercorso le ultime fasi del mondiale di MotoGp 2015: "Non è stata una bella pubblicità per il nostro sport, ma come è successo in Formula 1 ai tempi di Senna e Prost è possibile che il motomondiale abbia acquistato un po' di popolarità in più. Solo che sarebbe stato meglio che ciò avvenisse per la spettacolare gara di Phillip Island e non per le polemiche del dopo-Sepang". Insomma, la rivalità potrebbe essere un volano per la MotoGp. Ma sui rapporti con Valentino Rossi, lo spagnolo ha allontanato le ipotesi di un riavvicinamento nei prossimo mesi: "Corriamo entrambi sulle Yamaha, ma le moto non sono uguali e non lo sono neanche i meccanici, andiamo in pista per vincere e battere tutti, compagno di team e avversari. In condizioni normali, a fine campionato i rapporti sarebbero tornati normali, ma dopo quanto accaduto a Sepang e le convinzioni che ha maturato Valentino a tal proposito, ci vorrà del tempo perché le relazioni tornino a essere come prima".

Tuttavia, Jorge Lorenzo ha lanciato un vero e proprio appello a Valentino Rossi, accusandolo in parte di aver strumentalizzato i media. "Sappiamo l'influenza che ha Rossi sui mezzi di comunicazione, ha tantissimi tifosi e alla fine in tanti hanno creduto alla sua teoria, uno sportivo con molta influenza sulla stampa può modificare la realtà ed è quello che è avvenuto", ha affermato il campione del mondo di MotoGp. "Io e Marquez siamo attaccati in Italia proprio per l'influenza che hanno le dichiarazioni di Rossi, i giornalisti italiani difendono le sue teorie e la gente segue quello che sente e quello che legge", ha aggiunto Lorenzo. Quindi "solo Rossi può far sì che le tensioni si abbassino, Valentino dovrebbe mandare un messaggio forte ai suoi tifosi per calmare gli animi. Ma non so se è disposto a farlo", ha concluso il pilota spagnolo della Yamaha.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017