Excite

Motogp, Valentino Rossi: "In Yamaha altri tre anni, poi mi dedicherò alle auto e alla famiglia"

  • Getty Images

La Motogp non perderà uno dei suoi principali protagonisti dell'ultimo ventennio almeno sino al 2016. Questa ,almeno, è l'intenzione di Valentino Rossi che ha confessato la speranza di restare in Yamaha per altri tre anni.

Il contratto di Vale con la Yamaha scadrà nel 2014, ma il Dottore punta al prolungamento. Ecco quanto dichiarato in una intervista rilasciata al magazine teutonico Speedweek.

"Il mio sogno è quello di correre fino al 2016, chiudere la carriera con questo team rimanendo competitivo. Il massimo sarebbe togliere il record a Troy Bayliss (il pilota più anziano ad aver vinto un gp, nel 2006 a Valencia, a 37 anni, ndr)".

Ma Valentino guarda anche al lungo periodo. "Dopo le moto vorrei passare alle auto, che sono un mio vecchio pallino e magari mettere su famiglia".

CRUTCHLOW-DUCATI - Ecco dunque spiegato il passaggio di Cal Crutchlow dalla Yamaha Tech3 alla Ducati. La casa giapponese, infatti, non è potuta venire incontro alla richiesta del britannico che avrebbe voluto la moto ufficiale nel 2015. Nulla da fare, vista la volontà di Rossi di non mollare la sella.

E, a proposito di Ducati, Rossi ha anche spiegato il motivo del passaggio dalla Yamaha alla casa di Borgo Panigale. "Sbagliai senz'altro. Temevo che senza l'ingegner Masao Furusawa non sarei stato più trattato da primo pilota. Chiesi così alla squadra di scegliere tra me e Lorenzo, perché non capivo la necessità di tenere Jorge in squadra, poi, a distanza di anni, ho capito che ci avevano visto giusto".

"Ora" la chiosa di Valentino "mi rendo conto che si trattava di preoccupazioni inutili perché anche oggi ricevo dal mio team il meglio che si possa chiedere".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018