Excite

Murray vs Djokovic, polemica dopo la finale degli Australian Open 2015: ecco il botta e risposta

  • Twitter

di Raffaele Natali

Sono nati a solo sette giorni di distanza e il loro primo scontro su un campo da tennis lo hanno disputato quando avevano dodici anni. Novak Djokovic e Andy Murray sono uniti da un destino che li ha portati nell'Olimpo dei grandi del panorama tennistico e nonostante le numerose sfide che li hanno visti protagonisti, i due hanno sempre mantenuto un bel rapporto. Fino a domenica scorsa, giorno della finale degli Australian Open, match vinto con merito da Nole, il quale ha però dovuto subire le accuse di poca sportività da parte del britannico.

Il set della discordia è il terzo: Murray ha infatti ammesso il fastidio dell'essere distratto dal comportamento del serbo, spesso a terra al termine degli scambi, con un atteggiamento che dava segnali evidenti di stanchezza. "Mi sono distratto un po’ quando l’ho visto cadere a terra dopo un paio di colpi nel terzo set. Sembrava avesse i crampi, e questo mi ha tolto un po’ di concentrazione”. L'accusa è velata, ma c'è: "Era una strategia studiata? Non lo so, spero proprio di no".

Per due che avevano costruito un'amicizia pressoché intima (molto meno stretta negli ultimi tempi, in realtà) è una notizia. Una dichiarazione che non ha lasciato indifferente il fenomeno serbo che sulle pagine di The Age ci ha tenuto a tornare sull'argomento: “Se ci sarà possibilità, e se lui avrà voglia di parlarne, ne parleremo, nessun problema. Non ho nulla da nascondere. Non sono una persona che mente, che cerca di fare qualcosa alle spalle o che parla male degli altri, specialmente di lui dato che lo conosco da molto tempo”.

La cosa che ha dato più fastidio a Murray è stata la reazione improvvisa e inaspettata avuta da Nole alla fine del terzo set, n cui era apparso veramente sottotono. Il campione dell'Australian Open ha spiegato com'è andata, cercando di spegnere le polemiche: “Avevo avuto un calo dovuto agli sforzi dei primi due set, mi succede. Io ho solo grande rispetto nei confronti di Andy. Abbiamo un ottimo rapporto, forse era solo deluso e sconvolto per aver perso il match. Non lo so. Non voglio puntare il dito nei suoi confronti o sui media o su chiunque altro stia cercando di creare una tensione non necessaria. Spero che in futuro le cose si sistemino”.

Djokovic confuso: non realizza che ha vinto il set! - GUARDA IL VIDEO

Djokovic ha anche parlato dei suoi obiettivi stagionali, su tutti il Roland Garros: si tratta infatti dell'unico Slam mancante al numero 1 del circuito. Nole sta studiando una preparazione ad hoc per riuscire ad arrivare al massimo della forma al torneo parigino.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018