Excite

Nadal e Schiavone dominano le finali

Lacrime di gioia per Nadal che dopo 11 mesi d’inferno torna al successo nel Masters di Montecarlo vincendo la sesta edizione di fila, ma soprattutto uscendo vincitore in un match che poteva valere il crollo psicologico e forse la rinascita.

Il crollo di certo lo ha subito Verdasco che dalla sua finale forse si aspettava di più che un 6-1 6-0 che si commenta da solo, ma d’altronde sulla terra rossa Nadal è davvero fortissimo e dopo 11 mesi di niente (l’ultimo successo fu agli Internazionali d'Italia 2009) c’era da aspettarselo che avrebbe dato anche l’anima: 'Il mio livello di gioco non ha nulla a che fare con quello che ho avuto qui l'anno scorso - ha detto lo spagnolo a fine match -. Ma questo non significa vincere sempre. Quanto è successo in questa settimana non è normale. Certi numeri sorprendono anche me, è qualcosa di irreale. Sono rimasto concentrato su ogni punto. Volevo vincere a tutti i costi’.

E chi ha vinto, ma ieri, è anche Francesca Schiavone che si aggiudica il derby tutto italiano con Roberta Vinci, uscendo vittoriosa per la terza volta in carriera nel circuito WTA. Anche Barcellona non c'è stata storia e alla 30enne milanese sono bastati 59 minuti per chiudere sul 6-1, 6-1. E così dopo Bad Gastein nel 2007 e di Mosca nel 2009 arriva anche Barcellona 2010: peccato per la Vinci, ma infondo una delle due doveva cedere il passo ed ha vinto l’esperienza.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019