Excite

Nadya Vessey, la sirena di Auckland

Si dice che il cinema realizzi tutti i sogni, anche quelli più incredibili, ma di solito questi finiscono al termine del film, per lei invece il suo sogno grazie al cinema è diventato realtà. Nadya Vessey per un’intera vita ha sempre voluto nuotare, ma le sono state amputate le gambe quando era ancora una bambina, ma ora è diventata una bellissima sirena.

Guarda le immagini di Nadya Vessey diventata sirena

Questo è stato reso possibile grazie ad un protesi-coda che un è stata realizzata dalla società "Weta Workshop" di Wellington, che si occupa di effetti speciali cosmetici e protesici in ambito cinematografico, e che tra l'altro ha realizzato tra l’altro i costumi per il kolossal "Il Signore degli Anelli" e "King Kong", trasformando la neozelandese in una vera sirena.

Nadya Vessey, nativa di Auckland, per colpa di un difetto genetico che impediva alle gambe di crescere, ha perso la prima gamba a 7 anni, e poi ancora la seconda a 16, una tragedia che le ha impedito di nuotare, la sua più grande passione, e così due anni fa scrisse una lettera alla società che decise di accontentarla, e dopo due anni di lavoro (la protesi-coda fabbricata prevalentemente con neoprene, ovvero tessuto da muta subacquea e stampi plastici e che presenta in superficie un disegno a scaglie dipinto a mano, è stato un lavoro delicato) Nadia è potuta finalmente tornare in acqua.

«Non solo la funzionalità ma anche l'aspetto della protesi era importante. Per noi in ogni caso costituiva una sfida - che abbiamo vinto», ha detto al portale stuff.co.nz, Richard Taylor, direttore di Weta Workshop. La donna ha potuto testare in questi giorni la sua "coda" in una piscina di Kilbirnie e poi nelle acque del porto: “E’ stato magnifico. Ora sono come la piccola sirenetta Ariel”, ha detto Nadya Vessey.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017