Excite

Le più grandi partite di sempre dell'All Star Game della NBA

Questa notte andrà in scena il sessantacinquesimo All Star Game della NBA e si sa già che entrerà di diritto nella storia del basket. Il perché è chiaro a tutti, sarà l’ultima partita delle stelle di Kobe Bryant un signore che ha vinto cinque titoli di campione NBA, un MVP della lega, qualche MVP delle finali e quattro MVP dell’All Star Game oltre a svariati altri record e premi in giro per l’America e per il mondo. La partita delle stelle della NBA, però, ha riservato anche in passato dei momenti che sono diventati storia del basket.

Nel 1985 Michael Jordan raggiunge la sua prima convocazione all’ASG. In quel periodo la NBA era in mano a Magic Johnson, Larry Bird e Isiah Thomas. Il playmaker dei Detroit Pistons decise di estromettere Jordan dalla partita. Il futuro dominatore della lega fu letteralmente estromesso dal gioco, nessuno gli passava la palla e finì con uno score ridicolo. Jordan che ha sempre avuto una memoria da elefante, prese un appunto e ripagò Thomas escludendolo dal primo Dream Team che stupì il mondo alle Olimpiadi di Barcellona nel 1992.

Leggi la lettera di addio al basket scritta da Kobe Bryant

Correva, poco, l’anno 1962 quando Wilt Chamberlain segnò a referto uno score di 42 punti e 24 rimbalzi un record che ha vacillato due volte, nel 1998 con Michael Jordan e nel 2015 con Russell Westbrook, ma che ancora resiste a meno che questa notte qualcuno non voglia attentare ad uno dei tantissimi record detenuti da uno dei pochissimi giocatori che possono alzare la mano quando si parla di più grande di sempre.

Rivivi le emozioni dell'ultimo All Star Game di Magic Johnson

Tornando al protagonista di questa notte, Kobe Bryant, nel 2009 ha condiviso il premio di MVP con il suo nemico amico Shaquille O’Neal. Un caso più unico che raro che andò a sancire una pace di concetto tra due grandissimi che non si sono mai amati. Troppo diversi come modo d’intendere la vita ed il basket per poter essere anche amici oltre che compagni di squadra.

Scopri la triste storia di Lamar Odom

Il momento, per me, più memorabile della storia dell’All Star Game è sicuramente l’addio di Magic Johnson nel 1992. Una partita emozionante non tanto per il punteggio, ma per la capacità di uno dei giocatori più grandi di sempre di trasmettere forza e gioia. Molti pensavano di non poterlo rivedere più su un campo da basket o anche solo in giro per il mondo ed invece Magic è ancora tra noi e più sorridente e coinvolgente di sempre.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017