Excite

LeBron da panico: 51 punti da sogno. Crollano i Lakers

'Chi ben comincia è a metà dell’opera’, chi ha LeBron vince, specie se da solo segna mezzo punteggio finale. Succede anche questo nella notte Nba che ha concluso il turno dell’ultima giornata e allora vediamo nel dettaglio cosa è successo.

Orlando Magic-Miami Heat 100-104

Tutto nelle mani di King James che in casa di Orlando fa il fenomeno mettendo a referto 51 punti, 11 rimbalzi e 8 assist, ed un vantaggio che sale di 23 punti nell’ultimo quarto. Quando LeBron vede Orlando è come un toro che vede il rosso: ‘Affrontare i Magic mi fa venire voglia di dare tutto quello che ho – racconta James a fine match -. Per noi non era una normale partita di regular season, visto che questa squadra ha detto tanto su di noi durante la offseason. Volevamo venire qui e far vedere loro tutta la nostra forza’. Uniteci poi Bosh e Wade che segnano 13 e 14 punti lasciando la scena a ‘Re ispirato’ ed il gioco è fatto, anche se non è stato semplice dato che Orlando non si è mai arresa e solo una tripla mancata nel finale non ha portato il match ai supplementari: Howard (17 punti) e Nelson (22) ci provano fino alla fine, ma questa notte Miami aveva un’arma in più.

LA Lakers- San AntonioSpurs 88-89

Se c’è un’altra squadra di cui aver paura questi sono i San Antonio Spurs che centrano la 41° vittoria stagionale (a fronte di sole 8 sconfitte) contro nientemeno che i Lakers, palesemente giù di tono. Emblemi di questa squadra alla quale a tratti sembrano venire meno le motivazioni sono Bryant e Gasol: il fenomeno segna solo 16 punti e Gasol si ferma a 19, in tendenza con una stagione che lo vede certamente meno determinante dello scorso anno.

Magari in un’altra occasione una partita così sarebbe stata vinta, ma quando di fronte hai la corazzata Parker (21), Jefferson (18) e Ginobili (14) è sempre meglio stare all’erta, altrimenti sono batoste, ancor peggio quando il ko arriva sulla sirena: ‘L’ultimo possesso è stato pazzo – ha detto Tony Parker a fine match -, ma sono contento che McDyess abbia fatto centro. Per noi è una grande vittoria, perché i Lakers sono una squadra importante e noi dopo il k.o. con Portland volevamo dimostrare qualcosa’.

Golden State Warriors-Milwaukee Bucks 100-94

Monta Ellis e Stephen Curry fanno la partita per i Warriors che così trovano il secondo successo di fila ai danni di Milwaukee che si aggrappa a Ilyasova (23) e Maggette (21) come ad un’ancora di salvataggio e quasi ci riescono, ma alla fine viene fuori la forza sulla distanza: i Warriors sono bravi a non perdere la testa nonostante il vantaggio e così i Bucks si trovano in men che non si dica alla terza sconfitta di fila.

Foto: nba.com

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018