Excite

Magic, che rimonta su Miami. Bene Denver senza il Gallo

Non dire gatto se… Hoaward non è nel sacco’. Così recita il nuovo proverbio che gira per le strade di Miami dopo che questa notte gli Heat, avanti di 24 punti sugli Orlando Magic, sono riusciti nell’impresa di farsi rimontare e, nel finale, addirittura farsi superare perdendo per 96-99, seconda sconfitta consecutiva davanti al pubblico dell’AmericanAirlines Arena.

I Big Three suonano la carica con James (29) e Wade (28) scatenati fino all’intervallo, poi un lento cedere che lascia spazio alle giocate dei Magic, i quali sono senza dubbio più squadra ed iniziano a segnare tutti, credendo nella possibilità di rimontare i 20 punti di distacco dell’intervallo: Dwight Howard (14 punti, 18 rimbalzi e 5 assist) è incontenibile, ma anche Richardson (24), Nelson (16), Anderson ed Arena non si risparmiano. Il colpaccio è fatto.

Ma si giocava anche su un altro campo, l’EnergySolutions Arena di Salt Lake City dove i Denver Nuggets, ancora privi di Danilo Gallinari, hanno chiuso in extremis la sfida con gli Utah Jazz per 101-103: una partita intensa dove Lawson (per i Nuggets) con 23 punti e Miles (22) per Utah hanno fatto vedere buone cose in un match di sostanziale equilibrio risoltosi in un finale all’ultimo canestro.

Foto: nba.com

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2021