Excite

Niente giochi per l'Iraq

Le "troppe interferenze del governo" non consentiranno alla nazionale iraqena, composta da sette atleti, di prendere parte alle Olimpiadi. Lo scorso 21 maggio il governo di Baghdad aveva sciolto con un decreto l'intero comitato olimpico nazionale per rimpiazzarlo con un nuovo organismo diretto dal ministro delle politiche giovanili e dello sport Jassim Mohammad Jaffer.

Il Comitato olimpico internazionale aveva imposto all'Iraq un termine entro il quale ricostituire l'organizzazione, un avvertimento snobbato dal governo guidato da al-Malki.

In una lettera datata 23 luglio, il Cio ha chiarito la propria posizione "Nonostante tutti gli sforzi del Cio e del comitato olimpico asiatico di trovare una soluzione positiva con il governo iracheno " si legge in una copia della lettera in possesso della France Press " abbiamo il rammarico di informarvi che la decisione del comitato esecutivo del Cio, del 4 giungo 2008, di sospendere il comitato olimpico nazionale iracheno è confermata", si legge in una copia della lettera in possesso della France Press.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017