Excite

Olimpiadi, Petrucci dice basta: decide il Coni

Roma o Venezia? A mettere la parola fine alla battaglia scatenatasi nel mondo delle politica italiana per la candidatura alle Olimpiadi del 2020 ci ha pensato il Gianni Petrucci che, senza troppi giri di parole, ha fatto presente che decide Coni, punto e basta.

Bocciata in tronco anche l’idea di Brunetta che aveva proposto un’Olimpiade divisa tra Venezia e Roma perché, come è scritto anche nella carta olimpica, i giochi "devono svolgersi nella città alla quale sono assegnati i Giochi", bocciando quindi l’idea di Olimpiade con inaugurazione a Roma e chiusura a Venezia, così non si può fare!

In uno scenario di questo tipo quindi Venezia è praticamente, scusate il giro di parole, fuori dai “Giochi”, per tutta una serie di questioni legate a strutture ospitanti, alberghi e stadi. Come ricorda anche Franco Carraro, che è membro Cio dal lontano 1982, uno dei requisiti principali per la candidatura è la "massima concentrazione degli eventi sportivi"; va da sé che è necessario un villaggio olimpico e Venezia con i suoi circa i suoi 41.000 posti letto, contro Roma che ne ha invece 127.983, non sembra poter essere il posto più idoneo considerando che un evento di questo tipo porta con sé, solo tra gli staff, almeno 10.500 atleti, 7000 dirigenti, 15.000 giornali e migliaia di turisti…senza contare poi le Paralimpiadi.

Alcuni poi si domandano quale sarebbe il senso di disputare le gara in acqua fino in laguna quando il mare di Ostia è a due passi da Roma? Certo anche che durante i Mondiali di nuoto le cose ad Ostia non sono andate troppo bene, il mare infatti era in burrasca e ha spazzato via in una sola notte molte delle strutture ritardando di un paio di giorni le gare, questo a Venezia dovrebbe non accadere grazie alla maggior protezione offerta dalla laguna.

Ma il punto non è questo, il punto è che a decidere è il Coni e tutto il resto sono solo chiacchere! Questo è il messaggio forte che Petrucci ha voluto lanciare: il tempo per decidere c’è, si avrà tutto il 2010 per fare la scelta più sensata e nel 2011 la candidatura verrà presentata, e che piaccia o meno, sarà quella che deciderà il Coni.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017