Excite

Oscar Pistorius, processo. L'sms della fidanzata Reeva Steenkamp: "Mi fai paura"

  • Getty Images

Colpo di scena nel corso del processo che a Johannesburg vede Oscar Pistorius imputato di omicidio della fidanzata, la modella Reeva Steenkamp. "Mi rendi felice per il 90% del tempo, ma da quando sei tornato da Città del Capo, mi aggredisci costantemente. Io comprendo che tu sei malato, ma è brutto (...) A volte ho paura di te, di come parli, di come reagisci". E' l'sms decifrato in aula da un esperto della polizia sudafricana.

L'sms, in cui la ragazza critica le scenate di gelosie di Oscar, è stato inviato il 27 gennaio 2013, quindi 18 giorni prima di essere uccisa, al termine di una serata trascorsa con uno dei suoi migliori amici.

IL PROCESSO - Il processo continuerà fino al 16 maggio. La prossima udienza si terrà il 4 aprile, quindi pausa per dieci giorni e ripresa il 14 aprile.

Secondo alcune indiscrezioni Oscar Pistorius è stato costretto a vendere la villa teatro dell'omicidio di Reeva Stenkamp per far fronte alle spese processuali.

LA DEPOSIZIONE SCRITTA - Pistorius ha sempre dichiarato di aver ucciso Reeva Steenkamp scambiandola per un ladro. Ecco quanto ha dichiarato nell' affidavit letto in aula "Io ero a letto, Reeva stava facendo i suoi esercizi Yoga. Sono ben cosciente delle numerose e frequenti effrazioni nel mio Paese. Ho sentito dei rumori provenienti dal bagno e sono stato attraversato da un senso di terrore. Non avevo le protesi, mi sentivo vulnerabile".

"Era buio e non ho visto che Reeva non era a letto. Ho temuto per la sua vita, ho preso la pistola che tenevo sotto al letto e sono sceso. Ho sparato i colpi contro la porta del bagno e sono tornato in camera che dire a Reeva di chiamare aiuto. Solo in quel momento mi sono accorto che non era lì. Ho preso una mazza e ho sfondato la porta, lì ho visto Reeva. Era ancora viva. Ho chiamato i soccorsi, i paramedici, e provato a trasportarla in ospedale. Ho provato a rianimarla, ma è morta tra le mie braccia. Non riesco a sopportare quello che è successo. Sono sicuro che gli esperti della scientifica potranno provare il mio racconto. Era sicuro che fosse un ladro, è stato un tragico incidente. Sono un cittadino del Sudafrica e chido di essere rilasciato su cauzione".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018