Excite

Paralimpiadi 2012: 28 medaglie per l'Italia. Zanardi protagonista

  • infophoto

Bilancio positivo per la spedizione azzurra alle Paralimpiadi di Londra, concluse ieri sera con la tradizionale cerimonia di chiusura.

Sono state 28 le medaglie conquistate dagli italiani: ben 10 in più rispetto a quelle conquistate alle Paralimpiadi di Pechino 2008!
L'Italia si piazza così al 13° posto del medagliere generale, raddoppiando gli ori di 4 anni fa (4). Le discipline più "prolifiche" sono state il ciclismo (con 10 medaglie), il nuoto(con 7) e l'atletica (con 6).

Protagonista assoluto della spedizione azzurra è stato Alex Zanardi, portabandiera azzurro alla cerimonia di chiusura di ieri sera, esempio sportivo e umano incomparabile, capace di vincere 2 ori e un argento nell' "handbike".

Ai microfoni di Radio Anch'io, Zanardi ha espresso la sua gioia per i risultati conseguiti e per l'organizzazione impeccabile di Londra 2012: "Sono rimasto colpito dal lavoro fantastico che hanno fatto qui in Inghilterra perché hanno sentito questo evento e l'hanno trasmesso con un grande lavoro di comunicazioneL'entusiasmo ha sorpreso per primi noi atleti. Penso che sia cambiata per sempre la percezione che il mondo ha nei confronti dello sport paralimpico.
La gente smette di guardarci con commozione e lo fa con ammirazione, magari cercando anche un'ispirazione. Se mi hanno emozionato di più le medaglie o il ruolo di portabandiera? Con tutto il rispetto per il tricolore che porto nel cuore, francamente i podi conquistati sul campo sono un'altra cosa
".

Anche Luca Pancalli, presidente del Cip è entusiasta per i risultati conseguiti dagli atleti azzurri: "E' stato un trionfo. Londra segnerà uno spartiacque nella storia delle Paralimpiadi. Si sono affacciati alla ribalta atleti molto giovani, ma abbiamo visto anche straordinari campioni che hanno fatto la nostra storia.
Stiamo raccogliendo i frutti del lavoro iniziato ancora prima di Pechino: quattro anni fa le fondamenta erano già state posate, ma eravamo all'inizio. In Italia c'è un grande impegno verso la disabilità, su tutti i fronti, e lo sport è certamente un canale importante sul binario di sviluppo. Bisognerebbe capire se in altri Paesi, accanto ai risultati sportivi, esiste una politica di reale sostegno della disabilità.
Quando ho smesso i panni dell'atleta, ho iniziato a sognare il Comitato paralimpico del futuro e ho fatto di tutto per arrivare a costruirlo. Ma nulla avrei potuto fare senza cuore e passione. L'avvocato Agnelli diceva una cosa saggia: un uomo che non piange, non potrà mai fare grandi cose. Ecco, io mi sono commosso spesso durante queste Paralimpiadi
".

Ecco i nomi dei 28 medagliati italiani:

Oro (9): Cecilia Camellini (nuoto, 100mt sl e 50mt sl), Assunta Legnante (lancio del peso), Oscar De Pellegrin (tiro con l’arco), Martina Caironi (atletica 100mt T42), Roberto Bargna (ciclismo su strada C1-C3), Alessandro Zanardi (ciclismo su strada handbike crono, handbike), Luca e Ivano Pizzi (ciclismo su strada tandem).

Argento (8): Oxana Corso (atletica 200mt T35, 100mt T35), Pamela Pezzuto (tennistavolo), Alvise De Vidi (atletica100mt T51), Elisabetta Mijno (tiro con l’arco), Luca e Ivano Pizzi (ciclismo su strada, tandem crono), Giorgio Farroni (ciclismo su strada T2), Francesca Fenocchio, Vittorio Podestà, Alessandro Zanardi (ciclismo su strada, team relay).

Bronzo (11): Federico Morlacchi (nuoto, 400mt sl, 100mt farfalla, 200mt misti), Cecilia Camellini (100mt dorso, 400mt sl), Annalisa Minetti (atletica 1500 mt), Matteo Betti (scherma in carrozzina, spada), Vittorio Podestà (ciclismo su strada, handbike crono), Michele Pittacolo (ciclismo su strada C4-C5), Alessio Sarri (scherma in carrozzina, sciabola), Cecilia Camellini (nuoto 400sl).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018