Excite

Paralimpiadi: De Pellegrin conquista il terzo oro azzurro

  • Infophoto

Oscar De Pellegrin ha vinto la medaglia d'oro nel tiro con l'arco alle Paralimpiadi di Londra battendo in finale l'atleta della Malesia Sanawi. Una soddisfazione immensa per il portabandiera azzurro: “È fantastico finire la mia carriera così. Non è stato facile venire a Londra e dire che sarebbe stata l'ultima volta", ha detto.

Una gara combattutissima per l'arciere bellunese che con un triplo 10 al primo set si è subito portato sul 2-0, ma il malese Sanawi ha conquistato il terzo set portandosi sul 4-2 e poi piazzando il 4-4. Con il quinto set chiuso 5-5 si è deciso tutto allo shoot off con una singola freccia a decidere il destino olimpico. “Voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto e in particolare il mio tecnico Renato Demin", ha detto l'azzurro alla sesta partecipazione paralimpica, ennesimo trionfo di una carriera straordinaria che lo aveva portato in passato a vincere un oro e quattro bronzi.

Delusione, invece, per il tennis azzurro, subito fuori al primo turno, sia in singolare sia in doppio (categoria quad). Nel singolare Marco Innocenti, numero uno in Italia e 10 nel mondo, ha perso 6-3 6-4 dallo statunitense Bryan Barter, mentre Giuseppe Polidori ha ceduto 6-3 6-2 all'israeliano Boaz Kramer. “Con lo statunitense Barter ci ho sempre vinto mentre nel doppio abbiamo perso di pochissimo – ha commentato Innocenti - A fine partita volevo spaccare la racchetta per la rabbia”.

Paralimpiadi 2012: al via a Londra

Sembra essere arrivata al capolinea anche la polemica dello sconfitto più celebre, Oscar Pistorius. Dopo aver perso a sorpresa la finale dei 200 metri con il brasiliano Alan Fonteles ed aver ipotizzato qualcosa di poco chiaro (“c'è qualcosa di strano nelle sue protesi”, aveva detto il sudafricano) si è scusato pubblicamente: “Non voglio in questo momento oscurare la vittoria di un atleta e desidero scusarmi - Penso che ci sia un problema e accolgo con favore l'opportunità che mi è stata data di discutere con il Comitato Paralimpico Internazionale, ma mi rendo conto che sollevare la questione subito dopo la gara è stata una scelta inappropriata. Voglio che si sappia che ho rispetto per Alan e che credo nella correttezza dello sport. Io non voglio togliere nulla dalla performance di Alan, è un grande atleta”. Secondo Pistorius, le protesi speciali utilizzate dal brasiliano hanno alzato di 5 centimetri la statura del suo avversario, rendendolo a suo dire più veloce di quanto non fosse prima.

Pistorius, argento con polemica

È una situazione sgradevole – la risposta del brasiliano intervistato da Globo -. Oscar mi passa vicino e non mi parla, oggi mi ha detto a malapena 'Ciao'. Mi sono reso conto che si è chiuso con me, ma io vorrei continuare a essere suo amico. Sono diventato più alto? Ho già detto che le mie protesi sono in regola, questa polemica l'ha fatta Oscar non so con chi– ha spiegato - Ma ripeto che voglio continuare a essere suo amico,e non vorrei essere coinvolto in polemiche. Pensavo di parare con lui prima della mia premiazione, ma poi ho visto che era meglio aspettare. Sul podio mi sono congratulato con lui e mi ha risposto solo 'Grazie'. Comunque non mancheranno le occasioni di confrontarci di nuovo: io, Pistorius o meno, voglio vincere anche le altre gare a cui sono iscritto”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017