Excite

Paralimpiadi, Masiello conquista l’argento nel fondo!

E argento sia! Alle Paralimpiadi di Vancouver arriva un’altra medaglia e a timbrare il cartellino portando a casa finalmente un argento è il milanese Enzo Masiello che dopo aver già vinto un bronzo nella 15 km di fondo (sitting), si è andato a prendere una stupenda medaglia nella 10 km confermando uno stato di grazia del quale era perfettamente consapevole.

Sul podio è felicissimo, tanto da mettersi a ballare sulla carrozzina: ‘Ho sempre ballato, prima dell’incidente, lo faccio anche ora. Sono stato una delle prime vittime delle stragi del sabato sera – racconta parlando dell’incidente che lo ha privato dell’uso delle gambe - , anche se non si chiamavano ancora così’. Solo 18 anni ed una tragedia che non gli ha tolto solo l’uso delle gambe, ma anche 3 amici che erano in macchina con lui; da lì in poi è cominciata la sua vita sportiva: ‘Eravamo pochi a gareggiare, volevo vincerne un altro per non fermarmi a quello’. Ma dopo le delusioni di Torino ecco arrivare la rivincita tanto attesa: ‘Il bronzo nei 10 km era la medaglia di Torino che mi sono ripreso, l’argento nella distanza lunga è la medaglia di Vancouver. Dovevo togliermi quelle ossessioni di Barcellona e Torino e ci sono riuscito, non mi aspettavo una Paralimpiade così’.

Peccato invece per Melania Corradini che non è riuscita a centrare il podio nella discesa libera, una gara molto difficile con atlete di spessore, anche se il quarto posto brucia tantissimo,specie se poi per soli 12 centesimi: ‘Ho trovato atlete più brave e più in forma di me. Con la Woolstencroft oggi si parte per l’argento, doveva andare così’. A vincere ancora una volta la canadese Woolstencroft che nonostante sia senza gambe sotto il ginocchio e senza una braccio ha già portato a casa 3 medaglie d’oro, un esempio di forza, coraggio e determinazione, anche laddove la vita è stata impietosa.

E così sotto il segno di Masiello si aspettano altre soddisfazioni: la prima potrebbe arrivare dal curling dove l’Italia si giocherà l’accesso alle semifinali contro la Svezia per stabilire chi affronterà il Canada, e ancora grande attesa per Gianmaria dal Maistro, atleta ipovedente, e la sua guida Tommaso Balasso che dopo due bronzi vogliono vincere anche nel Super G, e soprattutto si aspetta anche Melania Corradini nella stessa specialità, alla caccia di quella medaglia che non vuole proprio arrivare.

Foto: gazzetta.it – provincia.torino.it

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018