Excite

Piller dopo Vancouver si confessa: ‘Servono soldi!’

Una delle poche medaglie di Vancouver 2010 conquistate dai colori azzurri l’ha portata a casa lui, Pietro Piller Cottrer, vincendo l’argento nella 15 km di fondo. Però Piller, a 35 anni ed ormai a fine carriera, intervistato da Repubblica vuole lanciare un messaggio, ovvero che se queste Olimpiadi sono andate così i motivi ci sono.

Guarda le immagini dell’argento di Pietro Piller Cottrer

La mia carriera è sul finire ed un po' di paura ce l'ho, come qualsiasi cosa che sta per finire no?’, e quindi pensando al suo futuro ‘Veramente mi sono guardato allo specchio, l'altro giorno, mentre stavo per radermi... e mi sono detto 'ma con questa faccia qui non puoi ritirarti’ ’.

Ovviamente il prossimo grande evento sarà Sochi 2014, ma Piller forse lì non ci sarà, almeno da atleta: ‘Ecco, qui andiamo troppo in là. Fino al 2011 sicuro, poi vediamo’. Parlando del fondo le idee sono chiare ‘Del fondo abbiamo sempre detto che è alla fine. Pensate al settore femminile: dopo Belmondo e Paruzzi si disse che non esistevano più e ora cosa ci hanno fatto vedere?’, il problema è che mancano i giovani, ed è anche la cosa più triste Guardiamo gli altri: 'la Norvegia di oggi è Northg-dipendente. La Svezia ha avuto Svan e Mogren, poi grandi catastrofi, poi Elofsson e i Fredrikssnon, Hellner non andava poi è maturato’.

Vancouver ha sancito un verdetto importante: ‘Ha dimostrato il problema di un paese votato solo al calcio, e se continuiamo così perdiamo anche quei pochi campioni rimasti. Da Torino a qui le risorse economiche a disposizione sono state quelle che sono state. L'abbigliamento che arriva a metà stagione, la squadra B e la juniores giusto con una tuta, non si può pretende che si vada forte e si pensi di avere il vivaio senza risorse. Così stanno le cose, ecco perché bisogna essere contenti di quel che arriva’.

Stesso discorso che sentiamo ogni volta che parla di atletica o sport invernali, possibile che davvero non ci siano fondi da destinarsi ai ragazzi? Piller se lo chiede, ma alla fine la filosofia è sempre la stessa: ‘quest'Italia che non sorride... ci sono le delusioni ma non deve mancare il sorriso’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017