Excite

Pistorius: Bolt “sono scioccato”, lo zio racconta "è inebetito dal dolore"

  • Getty Images

Sto ancora cercando di elaborare nella mia testa quello che è accaduto per vedere se questo è davvero reale”. E' stato il commento del velocista giamaicano, triplo campione olimpico a Londra 2012, Usain Bolt, all'arresto del velocista Oscar Pistorius, accusato dell'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp.

La storia di Pistorius ha scioccato l'intero mondo dello sport, incluso lo sprinter giamaicano che, nel corso dell'All-Star Game NBA in Texas, ha spiegato che sta ancora cercando di elaborare la notizia del campione paralimpico.

Bolt ha aggiunto di non conoscere molto bene Pistorius ma di aver parlato con lui a diversi eventi e ha aggiunto di non essere ancora sicuro di volersi, eventualmente, mettere in contatto con lui. “Devo fare un passo indietro e vedere cosa sta succedendo e come andranno a finire le cose, poi deciderò cosa fare”, ha aggiunto Bolt.

Nel frattempo Pistorius ha trascorso il terzo giorno in cella e oggi ha ricevuto la visita di parenti e legali. Lo zio, Arnold Pistorius ha spiegato che Oscar è “inebetito dallo shock e dal dolore”. “Come potete immaginare, la nostra famiglia intera è a terra. Siamo totalmente scioccati. Anzitutto per la tragica morte di Reeva, che abbiamo tutti incontrato e apprezzato profondamente durante l'ultimo mese– e ha aggiunto - avevano progetti di vita insieme”.

Secondo le ultime indiscrezioni emerse dalle indagini quando arrivarono i vigilantes alla villa di Oscar Pistorius, Reeva Steenkamp respirava ancora. Lui la teneva in braccio cercando aiuto ed ha anche praticato un disperato tentativo di rianimarla con la respirazione bocca a bocca.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018