Excite

Presentato il Tour 2010, Armstrong già scalpita

E’ stata presentata a Parigi questa mattina la 97° edizione del Tour de France, la celebre corsa che prenderà il via il 3 luglio da Rotterdam per giungere a Parigi il 25 dove verrà incoronato il vincitore. Un totale di 3596 chilometri con tante novità interessanti studiate apposta per dare quel pizzico di pepe in più al tutto.

Innanzitutto ci saranno 13,2 km di pavè della Parigi-Roubaix nella terza tappa, una cosa fatta per “fare selezione – sottolinea Christian Prudhomme, il direttore del Tour - e non per far cadere i corridori”, ma questo è solo una antipastino in confronto all’arrivo in salita sul Tourmalet alla 17° tappa, altro punto d’orgoglio di Prudhomme: "Nel 1910 il Tour ha assistito a una rivoluzione e ha inventato le montagne, abbiamo avuto la prima scalata sui 2000 metri del Tourmalet". Ultimo dettaglio, niente crono all’inizio, ce ne sarà una sola, da affiancarsi a quattro arrivi in salita.

Ovviamente chi non sta già nella pelle è Lance Armstrong, che dopo tutta la confusione con Contador delle scorso Tour (i due alla presentazione nemmeno si sono guardati) ora avrà il suo team personale dove potrà essere felice e fare da padrone, il Radio Shack: "Voglio vincere ma avrò bisogno del sostegno della squadra sin dall'inizio. Il Tour 2010 sarà duro sin dalla prima settimana" – ha dichiarato il texano - "Avrò 39 anni, parteciperò con una nuova squadra e punterò a vincere. Certo, le cose non sono come 10 anni fa: ma ho enormi motivazioni".

"La chiave è che non c'è la cronometro a squadre – conclude Lance -, la prima settimana sembra molto dura. Ci sono i tratti di pavè, c'è una tappa simile alla Liegi-Bastogne-Liegi. Serve una squadra che mi sappia supportare sin dalla prima settimana, ci potrebbero essere cadute nella tappa con il pavè. Non ho molta esperienza in quelle condizioni, la sfortuna potrebbe avere un ruolo, ci vogliono corridori di peso".

Insomma tutti per uno, tutti per Armstrong: se non ce la fa questa volta è davvero la fine!

 (foto © LaPresse)

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017