Excite

Rawlinson, via il seno rifatto per vincere le Olimpiadi

Seno rifatto sì, seno rifatto no! L’atleta australiana Jana Pittman-Rawlinson, due volte campionessa del mondo sui 400 ostacoli, ha scelto di rinunciare alla protesi inserita di recente per aumentare il suo seno, scelta della quale poi si è pentita per ragioni sportive.

Le sue performance non erano infatti più le stesse, avendo abbandonato sia le Olimpiadi di Pechino 2008 che i Mondiali di Berlino 2009 per infortuni alla schiena, l’atleta ha deciso di fare un passo indietro e tornare alla sua taglia quasi invisibile del pre-plastica, rivelando tutti i dettagli alla stampa: "Sì, sono tornata ad essere piatta come una frittella. Ogni volta che correvo ero presa dal panico sul fatto che potevo indebolire il mio paese, tutto per la mia vanità".

Cercava un po’ di femminilità in più perché "quando guardavo nello specchio non vedevo altro che braccia muscolose, spalle larghe e gambe forti e grandi" – continua l’atleta aggiungendo di - "non voler essere come quelle campionesse olimpiche che sembrano uomini". "Mi piaceva avere il seno più grande, ma sono abbastanza matura per conoscermi, per essere onesta con me stessa quando mi guardo allo specchio. Io non voglio ridurre le possibilità dell'Australia - ha sottolineato nell'intervista la campionessa -. Voglio sentirmi la più atletica possibile, sapendo che posso arrivare sulla pista di Londra nelle migliori condizioni di forma possibile".

Certo che a carriera finite le cose saranno ben diverse: "Ho sempre la possibilità di migliorare i miei seni ancora una volta, quando avrò finito la mia carriera - conclude la Rawlinson -. So che non ci sono medaglie per essere bella".

 (foto © LaPresse)

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017