Excite

Il Beli ko, Miami di un altro pianeta: ma occhio ai Bulls

Cominciamo a raccontare la notte Nba dai New Orleans Hornets crollati (89-102) per la seconda volta di fila in pochi giorni, oggi contro i Warriors di Monta Ellis che segna 21 punti ma soprattutto spera con tutte le sue forze di guadagnarsi un posto all’All Star Game, ben supportato da David Lee e Dorell Wright, tutti e due a 16 punti all’attivo.

Belinelli c’è e lo fa vedere, la rinascita è iniziata ed 15 punti con 5/8 al tiro (2/4 da tre) sono un ottimo segno, quelli che mancano invece sono David West (15 come il Beli ma per lui è poco) e Chris Paul che ne fa 11 con 10 assist: gli Hornets sicuramente un posto ai play off se lo guadagneranno, ma per essere competitivi lì in mezzo servirà di più.

Qualcosa in più ce l’ha certamente Miami che con ‘quei 3 lì’ potrebbe pure evitare di schierare 5 giocatori in campo, se infatti Wade (41 punti), Bosh (22) e LeBron (27) segnano 90 dei 110 punti totali gli altri a che servono? Indiana se la gioca fino in fondo e finisce 110-103, certo che quando questi girano non li ferma nessuno.

E sempre in East non si può non far menzione del bel successo di Chicago per 106-94 contro i Charlotte Bobcats, reduci ieri dal successo dispendioso con i Lakers. Derrick Rose ne segna 18, ma il migliore in campo è Luol Deng, che ne fa 24: Chicago è stabilmente la 3° forza della East con 3.5 partite di vantaggio sui primi inseguitori (Atlanta Hawks) e quest’anno si può dire che non gli manca davvero nulla, avversari avvisati.

    Gli altri risultati della notte
  • Philadelphia – Memphis 91-102
  • Sacramento - Oklahoma 96-126
  • Utah – Phoenix 101-102

Foto: nba.com

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018