Excite

Rossi ed il Mondiale: ‘Non è ancora detta...’

  • Foto:
  • ©LaPresse

Barcamenato tra una 800 da migliorare ed una 1000 da rendere perfetta per l’anno che verrà, Valentino Rossi chiede pazienza ai suoi tifosi, una pazienza che serve per livellare il distacco dalle Honda imprendibili e dalla Yamaha, un po’ più indietro, ma comunque sempre molto forti.

Calendario, piloti, biglietti ed il nostro sondaggio: tutto quello che devi sapere sulla Moto Gp

In ogni caso il Mondiale non è finito, è anzi appena cominciato e Valentino migliora Gp dopo Gp, cosa che lascia spazio per i sorrisi: ‘Qui non è come la F1 - ha spiegato Rossi - dove, quando sbagli una macchina hai buttato l'anno. La Ducati può benissimo lavorare sia sulla mille che sulla moto di quest'anno. Nonostante le difficoltà causate dalla mia spalla e quelle riscontrate sulla moto, non abbiamo rinunciato a priori al mondiale 2011. I nostri obiettivi rimangono quelli di un top team’.

Rivivi le emozioni del Gp di Barcellona

Io spero che per il prossimo anno per noi sarà diverso rispetto a Honda e Yamaha – ribadisce il Dottore che sta puntando diritto al progetto 1000 - la nostra moto è qualcosa di completamente rivoluzionario rispetto alle loro che sono più o meno quelle di oggi, ma con il motore 1000’.

Già perché poi ci sono gli avversari, soprattutto una Yamaha che da una parte si nasconde sul progetto dell’anno prossimo, ma che dall’altra non ha ancora dato la possibilità al suo top rider Lorenzo di testare la moto nuova: ‘Non abbiamo ancora fatto provare a Jorge la 1000 - ha detto Ramon Forcada, capo tecnico del campione del mondo a Fuori Giri - perchè ci stiamo ancora concentrando sulla 800. Forse la nuova moto per l'anno prossimo verrà messa in pista al Mugello, nei test post gara, ma vedremo a che punto saremo’.

Insomma progetti a parte per il prossimo anno il Mondiale 2011 non è ancora archiviato, anche se molto dipende da Stoner, fino ad ora imprendibile, ma la speranza è l’ultima a morire.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019