Excite

Rugby, in Galles temono l’Italia

Le due facce di essere migliorati un po’ e di attirarsi le attenzioni del resto dell’Europa sono più che mai evidenti nel pre match di Galles-Italia. Dopo la viottoria sulla Scozia e l’ingresso di due squadre italiane nelle Celtic League la nazionale azzurra sembra essere rinvigorita e allora è normale che nel Galles inizino a preoccuparsi.

E così ecco che per il match del Sei Nazioni il Galles comincia a pensare seriamente all'idea di una sconfitta, tanto che Warren Gatland, tecnico dei Dragoni, ha deciso che forse è il caso di schierare la miglior formazione possibile schierando alcuni tra i giocatori più forti. In prima linea fin da subito Mike Philips, uno dei giocatori più celebrati di questa squadra, e con lui anche il capitano Ryan Jones e Gethin Jenkins che torna in prima linea. Ma non solo, dentro fin da subito anche Sam Warburton e soprattutto dentro da l primo minuto anche Tom Prydie che avrà solo 18 anni ma che è già considerato il più grande talento di questa squadra.

Alla chiamata alle armi risponde anche Nick Mallet che deve riscattare la partitaccia con la Francia e così dentro fin da subito Paolo Canavosio, Carlo Antonio Del Fava e Paul Derbyshire per far intendere che non si scherza e che i complimenti gli azzurri se li vogliono meritare. Complimenti che in primis arrivano da Warren Gatland, il tecnico del Galles il quale ha dichiarato di temere gli azzurri: ‘Non ci facciamo illusioni: sabato con l’Italia sarà un incontro duro, è sempre più difficile superarli e in questo torneo hanno sempre giocato bene. Hanno battuto la Scozia e sappiamo di essere il loro obiettivo. Ma anche noi abbiamo fame di vittoria, siamo frustrati da questo torneo: tutti i ragazzi hanno voglia di mostrare passione ed orgoglio, meritando la maglia che indossano’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019