Excite

Rugby, Sei Nazioni: Irlanda umilia Italia, azzurri verso cucchiaio di legno

  • Getty Images

Italrugby ko a Dublino e ora l'incubo "cucchiaio di legno" al Sei Nazioni si avvicina. L'Irlanda ha segnato 7 mete e travolgendo gli azzurri per 46-7 nella sfida valida per la quarta giornata del torneo, dominata dalle magie dell'eterno Brian O'Driscoll. A 35 anni, per congedarsi con l'ultima gara casalinga in maglia verde, il centro irlandese ha dato spettacolo all'Aviva Stadium conquistando il premio di "man of the match".

L'Italia, alla quarta sconfitta in altrettanti turni, esce dal ruolo di punching ball solo a tratti in una giornata andata malissimo. Le pesanti assenze della giornata, da Parisse a Zanni fino a Castrogiovanni uscito quasi subito - amara la sua 105/a presenza, record per un azzurro - possono giustificare solo in parte questa nuova e pesante sconfitta.

"Dal punto di vista del punteggio è senza dubbio una sconfitta difficile da digerire", ha detto Jacques Brunel, ct dell'Italrugby. "Nel primo tempo abbiamo avuto poco possesso ma mostrato una buona difesa e la capacità di imporre qualcosa sugli irlandesi, come con la meta di Sarto. Nel secondo tempo, non migliorando il possesso, abbiamo faticato maggiormente in fase difensiva", ha aggiunto il ct. "L'Irlanda ha dimostrato una grande continuità durante gli ottanta minuti di oggi e più in generale negli ultimi mesi - ha spiegato - e sabato a Parigi ha ottime chance di portare a casa il Sei Nazioni. Gioca un grande rugby". Oggi l'Italia ha proposto in mediana la coppia Orquera-Tebaldi. "In rapporto alla prestazione complessiva, ha fatto vedere buone cose - ha detto ancora il ct - Orquera ha disputato ottimamente i primi cinquanta minuti, è stato molto efficace in difesa".

L'Italia torna a casa a testa bassa e comincia a pensare all'Inghilterra: per evitare il cucchiaio di legno serve un'impresa sabato prossimo allo stadio Olimpico di Roma.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017