Excite

Rugby: tensione per Italia-Isole Figi, Mallet non si fida

C’è tensione nel mondo del rugby azzurro in attesa dell’importante test match di sabato a Modena contro le Isole Figi, ma soprattutto c’è voglia di vincere per riscattare le due sconfitte subite contro Argentina e Australia, regalando ai tifosi un successo che almeno contro le Figi dovrebbe poter arrivare.

Comunque massima concentrazione, parola di Nick Mallet: ‘Ai Mondiali del 2007 le Figi sono uscite nei quarti di finale contro il Sudafrica ma avrebbero potuto passare il turno e solo alcuni episodi nel finale di gara hanno permesso agli Springboks di portare a casa quella partita. La settimana scorsa in Galles le Figi sono state molto efficaci in difesa, hanno grandi individualità ed il nuovo staff tecnico di cui fa parte anche l'australiano Mumm lo sta aiutando a trovare una maggiore organizzazione complessiva’.

Ecco la formazione che sabato incontrerà le Isole Figi

La nostra prima linea è una delle più forti al mondo – continua il ct azzurro -. A Firenze ha messo sotto grande pressione gli avanti australiani che hanno incontrato molte difficoltà, ma non possiamo giocare solo con la mischia e dobbiamo migliorare nel gioco aperto ed in altre situazioni. La difesa contro i Wallabies è stata di qualità, l'Australia ha segnato quattro mete al Sudafrica in estate ed una sola contro di noi al Franchi perché la seconda a tempo scaduto, per come è maturata, non la tengo in considerazione’.

Infine una nota sulla tattica: ‘Dobbiamo pensare a fare il nostro gioco sia in attacco che in difesa - ha concluso Mallett -. Con Omar Mouneimne la squadra ha lavorato molto sul sistema difensivo e sui punti d'incontro e se rimarremo nel nostro sistema di gioco potremo continuare a crescere gara dopo gara. Ho visto la squadra in crescita sia dopo Verona che dopo Firenze e anche domani ho fiducia in ulteriori progressi. Non dobbiamo pensare alle Figi ma al nostro sistema di difesa e stare attenti a non perdere palle perché, contro di loro, le perdite di possesso sono molto pericolose’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019