Excite

Rugby, troppe risse: genitori banditi dagli spalti

Alla faccia della sportività. Dovrebbe essere uno sport di valori il rugby, o almeno così ci hanno insegnato, ma evidentemente le cose stanno cambiando e ultimamente le polemiche superano gli eventi sportivi, l’ultima arriva dall’Australia.

Il Nuovo Galles del Sud, più popoloso Stato del continente australiano, avrebbe infatti comunicato di avere intenzione di vietare le partite giovanili di rugby a 13 a quei genitori, mamma e papà, che dimostrino atteggiamenti violenti sulle tribune, a causa proprio della degenerazione della pessima usanza delle risse in tribuna.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato l’episodio della scorsa settimana che ha causato il ricovero in ospedale di un uomo colpevole di aver tentato di sedare una discussione fra due genitori, finendo lui stesso all’interno del diverbio che gli è costato qualche giorni di convalescenza.

"Quello che è accaduto in questo fine settimana è inaccettabile - dichiara Geoff Carr, capo del movimento rugbistico dello Stato australiano - è necessario che i genitori siano a conoscenza delle gravi conseguenze. Questo tipo di comportamento è spesso citato come uno dei motivi principali per i quali i bambini non vogliono più praticare questo sport". E speriamo che questi tifosi sconsiderati ritrovino presto il senno, e come loro lo stesso rugby, del quale ultimamente, qualcuno sembra aver dimenticato i valori.

Guarda questo video con le più famose risse del mondo dello sport

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017