Excite

Schumi alla Mercedes? Voci insistenti…

Fantasia o realtà? Speranza o illusione? Questi sono gli interrogativi che circolano oggi nel mondo della Formula 1 dove a fare notizia è tornato Michael Schumacher ed il suo “possibile” rientro nelle corse. “Il ritorno di Schumi? E' più di una voce e sarebbe magico", così apostrofa la vicenda il patron della F1 Bernie Ecclestone, che aggiunge - "Personalmente dubito che ritorni. Detto questo, forse l'ipotesi sta diventando un po' più solida di una voce. Sarebbe però magico. Avete visto quale interesse abbia suscitato quando si apprestava a rientrare dopo l'incidente di Massa".

E proprio questo è il punto. Michael avrebbe infatti avuto la possibilità di tornare in pista dopo l’incidente di Massa, per di più in Ferrari, ma qualcosa (dice problemi al collo) lo ha bloccato. Ora però le storia è diversa, perché l’offerta concreta arriva dalla Mercedes GP di Brawn, macchina che ha vinto il titolo e vuole competere per il prossimo, storia ben diversa di una Ferrari in rotta di collo (vedi stagione passata) da salvare in extremis.

Insomma alla Mercedes sognano in grande, però è il caso di stringere i tempi: se infatti l’idea è quella di accostare Michael a Nico Rosberg, già ingaggiato, bisogna farlo velocemente, perché se la cosa sfumasse c’è da blindare Nick Heidfeld, altrimenti si rischia di non avere piloti competitivi per inseguire il progetto Mondiale. Anche qui Ecclestone ha le idee chiare: "Bisognerebbe scegliere Michael, no? Non c'è discussione, è una cosa ovvia. Non so cosa succederà. Se fossi Michael, non lo farei. Ma, sono sicuro, lui sa che potrebbe farcela".

Insomma, quel che è certo è che sembra proprio che Michael abbia voglia di tornare in pista, e lo ha anche dichiarato anche alla Sfida delle Stelle, la competizione di go kart da lui vinta a San Paolo in Brasile, dove tra gli altri correva anche Felipe Massa: "Ora i dolori al collo non ci sono più, quindi in futuro tutto è possibile", ha commentato Schumi, quindi ora davvero tutto è possibile. Il punto è che Michael non vuole rovinarsi la carriera né l’immagine da vincente, rimane solo a lui scegliere se “correre” questo rischio.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017