Excite

Schumi in crisi? Lo difende Ecclestone

Non è un pilota bollito. Forse non sono le stesse parole utilizzate da Bernie Ecclestone ma di fondo il concetto è quello, neanche a dirlo il soggetto della frase è Michael Schumacher. Messo in ombra dal compagno di squadra Nico Rosberg, che fino ad un mese era solo una comparsa mentre ora detiene il secondo posto nel mondiale, Schumacher non trova il feeling giusto con la sua Mercedes e si è trovato sua malgrado al centro di un caso: ma a difenderlo ci ha pensato il patron della formula 1.

La Mercedes ha fatto la scelta giusta a creare un team tutto suo. La casa tedesca è in questo mondo da 100 anni – così comincia Bernie Ecclestone - . E' stata sempre lì. Gli altri vanno e vengono. La BMW è arrivata quando io ero alla Brabham, abbiamo vinto il campionato del mondo con loro e poi se ne andarono. Toyota veniva dal Rally e poi ha deciso di dedicarsi alla F.1. Io probabilmente non dovrei dire quello che sto per dire, ma credo che la squadra è stata gestita male perchè altrimenti sarebbe ancora con noi’.

E' stato un tocco di magia - continua il patron della F1- Questa combinazione Schumi-Mercedes è affascinante e ha un enorme potenziale di successo. Forse l'unico altro binomio importante attualmente in pista è quello di Alonso e la Ferrari. Michael è una risorsa per tutti i team e poi - scherza Ecclestone - la Mercedes può risparmiare un sacco di soldi perchè possono liberarsi del team manager, visto che Michael lo ha già fatto in Benetton e Ferrari. Come lo giudico dopo le prime 4 gare? Sono certo che Norbert sarebbe il primo ad ammettere che i risultati di Michael non sono quelli che si adeguano alle sue potenzialità ma la Mercedes non è ancora allo stesso livello di Red Bull e McLaren. Chi critica Michael sbaglia. Lui merita più considerazione’.

Sarà così, ma il 7 volte campione del mondo non riesce a decollare mentre il suo compagno bene o male trova sempre il piazzamento giusto che comunque lo porta a trovare punti importanti: Schumacher si deve risollevare, e può farlo solo vincendo, ma allo stato attuale delle cose questo risultato sembra più che altro un miraggio.

 (foto © LaPresse)

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2014