Excite

Schumi, l'addio di un grande campione

Ha scelto di mettere al collo una croce d'oro e d'argento lunga 5 centimetri, Schumi.
Un regalo del figlio Mick, 7 anni, per ricordare al meglio l'ultima gara di una carriera indimenticabile.
Anche nell'ultimo gran premio, il tedesco ha lottato come un leone, dalla prima all'ultima curva. Rallentato da una foratura ma protagonista di una valanga di sorpassi, Schumacher non ha vinto (lo ha fatto Massa). E' arrivato quarto e ha dovuto "subire" anche la gioia di Alonso che, giunto secondo, ha vinto il suo secondo Mondiale di fila.
Il gp del Brasile, però, sarà ricordato soprattutto come l'ultimo atto della carriera di un campionissimo che per una decade ha segnato la storia della Formula Uno.
A Interlagos c'erano tutti i suoi parenti, dal papà alla mamma, dalla moglie Corinna ai bambini, fino ad una nutrita schiera di amici.

Tutti lì, a salutare la carriera del fenomenale pilota che ha avuto il merito, fra i molti, di riportare la Ferrari ai vertici del mondo.
La sua carriera si è fermata a 7 campionati mondiali vinti, 250 gran premi disputati, 91 vittorie, 68 pole position e, nel mezzo, migliaia di sorpassi al limite dell'incredibile, risse sfiorate con colleghi altrettanto permalosi, scorrettezze palesi e infinite gioie e soddisfazioni condivise in questi anni con i moltissimi tifosi della Rossa di Maranello, ora più soli dopo il suo addio alle corse.

C
osa ne pensate del suo ritiro? Chi sarà secondo voi il suo successore?
Se volete ringraziarlo, questo è il momento giusto. Grazie di tutto Schumi.

Gran Premio del Brasile, le immagini

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2016